Archivi categoria: HELP WORDPRESS

[HELP WORDPRESS]: Come creare una pagina About “FIKA” per il tuo blog

 

La pagina About (aka Chi Sono) è una delle pagine più importanti per un blog, ma allo stesso tempo è anche una delle pagine più trascurate. Se apri un blog devi entrare nell’ottica che è il tuo biglietto da visita.

Quando arrivo su un nuovo blog (perché magari trovo un post tramite Google) dopo aver letto l’articolo che mi interessa, se lo trovo valido, vado a vedermi subito la pagina About per capire chi è che scrive e cosa fa nella vita.

Nella maggior parte dei casi trovo delle pagine scarne, poco curate oppure delle pagine about che sono il copia e incolla dei curriculum. Quando aprite un blog dovete pensare alla Pagina About come un biglietto da visita, non deve essere prolissa ne troppo sintetica e deve parlare di voi. In un web dove siamo tutti anonimi dietro uno schermo sapere con chi stiamo parlando è sempre un punto a favore.

 

COSA FARE E COSA NON FARE CON UNA PAGINA ABOUT

Iniziamo mettendo una nostra foto, una foto che ci rappresenta insomma una bella foto (si lo so la mia la devo cambiare ;D ). Come dicevo prima in un web dove siamo tutti anonimi dietro uno schermo sapere con chi stiamo parlando è sempre un punto a favore.

La seconda cosa che dobbiamo fare è parlare di noi, ma questo non significa fare il copia e incolla del nostro CV ma dire chi siamo, perché abbiamo aperto il blog, quali sono le nostre aspirazioni. Insomma fare emergere la parte “umana” del blogger. Per quanto riguarda il nostro CV abbiamo due soluzioni:

 

  1. Facciamo scaricare il nostro CV in pdf
  2. Rimandiamo al nostro profilo LinkedIn

 

Naturalmente, se adottiamo la seconda soluzione,  cerchiamo di mantenere aggiornato e ottimizzato al meglio il nostro profilo LinkedIn. Se non sai come fare ti consiglio di leggere questi post:

 

  1. [Mossa 1]: Ottenere un profilo LinkedIn vincente in 5 mosse
  2. [Mossa 2]: Ottenere un profilo LinkedIn vincente in 5 mosse
  3. [Mossa 3]: Ottenere un profilo LinkedIn vincente in 5 mosse
  4. [Mossa 4]: Ottenere un profilo LinkedIn vincente in 5 mosse
  5. [Mossa 5]: Ottenere un profilo LinkedIn vincente in 5 mosse

 

La terza cosa che dobbiamo fare è quello di spiegare cosa possiamo fare noi per i lettori e perché dovrebbero scegliere noi, questo non significa fare l’elenco di quello che abbiamo fatto e di quanto siamo bravi (per quello possiamo sempre rimandare al nostro profilo LinkedIn), quindi parliamo in maniera semplice (senza usare i paroloni) spiegando i nostri servizi.

A questo punto vi manca solamente di mettere i vostri contatti (email, telefono) e i vostri profili Social, per quanto riguarda i profili Social mettete solamente quelli dove siete realmente attivi. Mettere un profilo Social che non utilizziamo da 1 anno è inutile e dannoso.

Ottimizzate l’url della vostra pagina con un nome che si ricorda facilmente, ad esempio può essere http://www.mioblog.it/about, http://www.mioblog.it/chisono oppure http://www.mioblog.it/mariorossi.

 

PAGINA ABOUT  ALTERNATIVA

La pagina About non deve essere per forza scritta ma (se siete pratici a fare video e siete a vostro agio davanti una telecamere) potete pensare di fare tutto quello che ho scritto io con un bel video. Anzi penso che un pagina About fatta in questa maniera sia veramente FIKA !!!

 

CONCLUSIONI

Tu la controlli mai la pagina About dei blog che visiti? Come hai impostato la pagina About del tuo blog ? Se vuoi approfondire ti consiglio di leggere il post di Antonio Luciano che ha intervistato 30 blogger chiedendo a loro cosa ne pensano sulla pagina About:”Pagina About obsolescente? La risposta di 30 blogger”.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

Annunci

[HELP WORDPRESS]: Configurare il Pannello di Controllo SEO su WordPress.com

wordpress-581849_1920

 

Una delle grosse comodità di usare la piattaforma WordPress.com è quella di non dover pensare a quella gran rottura che prende il nome di SEOSearch Engine Optimization è quella favolosa “formula magica” che ti permette di far apparire (se fatta bene) il tuo sito in prima pagina durante le ricerche.

La piattaforma rende la SEO trasparente ai suoi utenti, facendo il lavoro sporco per loro, ma visto che molti hanno il desiderio di “sporcarsi le mani” i ragazzi di WordPress.com hanno messo a disposizione un Pannello di Controllo SEO che potete raggiungere qui: Pannello SEO.

 

PANNELLO DI CONTROLLO SEO

Il pannello di controllo SEO è composto da tre parti: Front Page Meta DescriptionSite Verification ServicesXML Sitemap.

 

FRONT PAGE META DESCRIPTION

Il primo parametro che possiamo andare a modificare è la Meta Description del nostro blog, ovvero la prima cosa che i motori di ricerca andranno a leggere. Fino ad oggi veniva utilizzato la sezione Motto, ora invece abbiamo a disposizione 160 caratteri per descrivere il nostro blog.

 

SEO1

 

SITE VERIFICATION SERVICES

Il secondo parametro che possiamo andare a modificare è quello del Site Verification Services che vi permetteranno di avere statistiche sul traffico ancora più approfondite.

 

“Ad esempio, di Google Search Console (ex Webmaster Tools) vi darà alcuni dati statistici supplementari circa il traffico, come ad esempio quante persone stanno arrivando al tuo sito attraverso le query di Google, quale parte del mondo il traffico è da, e il numero di visitatori atterrato su ogni post o una pagina specifica. Inoltre vi mostrerà il numero totale di singoli URL del tuo sito che sono stati indicizzati da Google, che ricerca le parole chiave sono più significativi per il vostro sito, e altre informazioni su come Google indicizza il tuo sito.”

 

I servizi che possiamo verificare sono i seguenti: Google, Bing, Pinterest e Yandex.

 

SEO2

 

I servizi possono essere verificati ai seguenti indirizzi:

 

 

SITE MAP XML

L’ultima sezione che possiamo andare a modificare è quella della Site Map del nostro blog. La mappa del nostro blog si genera in automatico ogni volta che andiamo a creare una pagina o un post, questa mappa poi viene inviata ai motori di ricerca in maniera che le informazioni del nostro blog vengano trovate velocemente.

Una volta che nel passo precedente avete verificato il vostro blog presso Google, Pinterest, Bing e Yandex la Site Map viene inviata in automatico a questi servizi.

 

CONCLUSIONI

Finalmente WordPress.com sta diventando sempre più personalizzabile e sta lasciando più libertà ai suoi utenti. Ora la SEO è tante cose e questo Pannello di Controllo non vi farà diventare un super esperto di SEO, però vi permetterà di migliorare le prestazioni del vostro blog. Se avete domande potete sfruttare i commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

[HELP WORDPRESS]: L’importanza dei tasti condivisione

wordpress-581849_1920

 

Avete mai fatto caso che alla fine di ogni articolo trovate una serie di pulsanti con i loghi dei vari Social Network? Ecco, quelli sono dei pulsanti molto utili che servono per condividere l’articolo (se ti è piaciuto) sul tuo Social Network preferito.

 

tasti condivisioni 2

 

Aspetta aspetta, ma quel pulsante verde non è WhatsApp ? Bravo è proprio lui ed è una novità per chi usa la piattaforma wordpress.com, anzi è una ottima novità perché in questa maniera (teoricamente) il post può raggiungere anche quelle persone che non usano i Social.

 

COME SI CONFIGURANO I TASTI CONDIVISIONE ?

La configurazione è molto semplice, come prima cosa dovete entrare nel vostro pannello di configurazione WordPress e poi andare su Impostazione ==> Condivisioni. Una volta entrati vi troverete davanti a questa schermata.

 

tasti condivisioni 1

 

SERVIZI ABILITATI

In questa sezione trovate i pulsanti che potete inserire (decidendo anche l’ordine), per farlo vi basta trascinarli nel box che trovate sulla destra, quello dove è scritto “I servizi trascinati qui saranno nascosti dietro un pulsante Condividi.

 

STILE PULSANTE

In questa sezione potete scegliere lo stile da dare ai vostri pulsanti, la scelta è:

  • ICONA + TESTO
  • SOLO ICONA
  • SOLO TESTO
  • PULSANTI UFFICIALI

 

ETICHETTA CONDIVISIONI

In questa sezione potete inserire un testo che apparirà prima dei pulsanti, ad esempio nel mio caso ho inserito “Condividi il Post sui Social” , questa può essere una CTA (Call To Action) per convincere i nostri lettori a condividere.

 

MOSTRA I PULSANTI SU

In questa sezione puoi decidere dove far apparire i pulsanti di condivisione, anche in questo caso ha una scelta che è la seguente:

 

  • Pagina iniziale, pagine archivio e risultati delle ricerche
  • Articoli
  • Pagine
  • Media
  • Progetti

 

Io ho scelto solamente Articoli perché alla fine mi interessa solo la condivisione degli articoli, ma nessuno vi vieta di scegliere tutte le opzioni.

 

CONCLUSIONI

Insomma abbiamo capito che sono importanti, che sono facili da configurare allora cosa aspettate ? Se avete un blog inseriteli subito. Se avete domande potete lasciarle nei commenti sotto questo post e mi raccomando (se l’avete trovato utile) condividetelo sui vostri Social utilizzando i pulsanti ;D !!

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

[HELP WORDPRESS]: Utilizzare i TAG e le CATEGORIE

Dopo una piccola pausa torna la rubrica HELP WORDPRESS e oggi andiamo a vedere come utilizzare al meglio due funzioni molto spesso sottovalutate: TAG e CATEGORIE. Quando scrivete un post trovate questi due box sulla vostra destra e se il blog è nuovo saranno sicuramente vuoti, sta a voi riempirli in maniera intelligente.

 

CATEGORIE

Questa funzione è molto utile al blogger ma anche al lettore perché permette di mettere ordine nel blog, specialmente quando i post iniziano ad essere numerosi. Come ? Seguimi e ti farò vedere come. Hai aperto un nuovo blog che ha tre argomenti principali e tante sotto-categorie? Allora è il caso di utilizzare le categorie per fare ordine.

Ad esempio hai un blog che ha i seguenti tre argomenti principali: Web, Apple e Tecnologia. Bene queste sono le tre categorie principali che dovrai andare a creare, cliccando su “Aggiungi una nuova categoria“.

Una volta cliccato sul tasto si aprirà un piccola finestra sotto con un box dove inserire il nome della categoria, un box dove è scritto “Categoria Madre” (ne parliamo più avanti). Una volta definito il nome cliccate su “Aggiungi una nuova categoria“.

Ok a questo punto le categorie sono state aggiunte e le troverete nella finestra dove trovate scritto “Tutte le categorie“. Adesso passiamo alle sotto-categorie, ad esempio se scrivete un post che parla dei Social Media la potete aggiungere come sotto-categoria di Web.

Il procedimento è quello usato per creare le categorie solo che questa volta utilizziamo anche la voce “Categoria Madre“. Quindi inserite il nome della sotto-categoria e poi cliccate sulla voce Categoria Madre e si aprirà un menù a tendina dove troverete le categorie che avete creato prima (Web, Apple, Tecnologia).

Una volta cliccato su “Aggiungi una nuova categoria” troverete la sotto-categoria vicino alla categoria scelta.

 

PERCHE’ USARE LE CATEGORIE ?

Ok abbiamo capito come si creano ma non ho capito perché le devo creare !! Il motivo è semplice per mantenere il nostro blog ordinato, cosa che migliora la vita del blogger ma che migliora anche l’esperienza del lettore.

Ad esempio se un lettore è interessato a leggere solamente i post che riguardano i Social Media gli basterà fare una ricerca nel blog della categoria interessata per trovare solamente quel tipo di post. Stessa storia vale per il blogger, ad esempio se hai scritto una serie di post su un determinato argomento e hai deciso di creare una raccolta vi basterà utilizzare la categoria interessata per trovare tutto e subito.

 

TAG

Molto spesso viene confuso con altro o altre volte viene sottovalutato, ma secondo me invece sono ancora molto utili. Ma cosa sono questi tag?

“Un tag (cioè etichetta, marcatore, identificatore) è una parola chiave o un termine associato a un’informazione (un’immagine, una mappa geografica, un post, un video clip …), che descrive l’oggetto rendendo possibile la classificazione e la ricerca di informazioni basata su parole chiave. I tag sono generalmente scelti in base a criteri informali e personalmente dagli autori/creatori dell’oggetto dell’indicizzazione. Tuttavia i tag possono anche essere usati in modo improprio, ovvero fornire indicazioni riguardo all’opinione che qualcuno ha di un’opera e quindi essere correlati al consumatore del contenuto e non al contenuto in sé. Da qui si evince come il semplice associare tag non sia sufficiente a dare un livello semantico alla rete[1], sebbene alcuni includano il meccanismo del tagging nel web semantico.”

Insomma questi tag non sono proprio il male come dicono in molti, però bisogna stare sempre attenti come vengono utilizzati. Infatti gli errori più comuni sono sostanzialmente due:

  1. TAG fuori contesto
  2. Eccessivo numero di TAG

La sezione dei TAG la trovate sotto quella della categorie e per aggiungerli è molto semplice, basta inserire nel box il nome del TAG e poi cliccare sul tasto “AGGIUNGI“. Sotto al tasto Aggiungi trovate la voce “Scegli un tag fra quelli più utilizzati” dove appunto troverete i tag più utilizzati.

 

CONCLUSIONI

Queste due funzioni sono molto utili, io le utilizzo sempre, e sicuramente miglioreranno l’esperienza dei vostri lettori e l’organizzazione del vostro blog. Se hai domande o qualche dubbio puoi utilizzare tranquillamente i commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

[HELP WORDPRESS]: Come ripristinare una vecchia versione del post

Lo sapevi che con WordPress puoi tornare indietro nel tempo anche se non hai la Delorean ? Si hai letto bene puoi tornare indietro nel tempo, almeno con i post. Tranquillo non devi essere un Fisico ne essere Emmett Brown.

 

 PORTARE UN POST NEL PASSATO

 

back-to-the-future-movie-clip-screenshot-88-miles-per-hour_large

Hai appena finito di scrivere il tuo ultimo post e l’hai pubblicato dopo qualche giorno devi apportare una modifica al post, quindi modifichi e aggiorni il post. Passano i mesi e ti accorgi che l’aggiornamento non va bene e devi tornare alla versione precedente del post, ma chi si ricorda cosa avevo esattamente scritto?

Tranquillo WordPress ci permette di recuperare tutto senza problemi, la prima cosa da fare è andare sul post e entrare in modalità Modifica. Ora se andate in fondo alla pagina trovate la sezione Revisioni qui troverete tutte le modifiche che avete fatto al post, vi basterà cliccare sopra alla revisione che vi interessa.

Una volta cliccato si aprirà una pagina dove verranno messe a confronto due versioni del post, quella attuale (sinistra) e quella precedente (destra). Una volta verificato le due versioni vi basterà cliccare sul tasto Ripristina versione precedente (che trovate in alto a destra), poi fate aggiorna e il gioco è fatto.

CONCLUSIONI

Questa funzione può risultare molto utile per il tuo blog specialmente se vuoi (o devi) aggiornare i tuoi vecchi post, cosa ne pensi ? Se hai domande o qualche dubbio puoi utilizzare tranquillamente i commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).