Archivi categoria: Street Photography

[IO & LA NIKON]: Quartiere EUR Roma – Seconda Parte

 

 

Eccoci alla seconda parte della nostra gita nel quartiere EUR. I posti che andremo a vedere oggi sono quelli della “movida” del quartiere, quindi mettetevi delle scarpe comode perché bisogna camminare.

Nel precedente post (che se non avete letto lo potete trovare qui) ci siamo fermati alla scalinata che porta dalla Basilica di San Pietro e Paolo a Viale Europa, una via molto elegante e piena di negozi dove possiamo fare shopping.

Questa strada fu progettata nel 1937 e una volta si incrociava con  la via Imperiale, quella che oggi è nota come via Cristoforo Colombo, lunga questa strada (oltre i negozi) possiamo incontrare il “Museo storico della comunicazione“, “Torri Ligini” e “Roma Convention Center“. La strada termina al Piazzale degli Archivi.

 

 

 

 

 

Dopo aver fatto shopping lungo Viale Europa ci spostiamo di qualche metro e ci andiamo a rilassare al Laghetto dell’EUR, uno dei parchi più belli di questa zona.

In questo parco possiamo trovare le giostre dove far giocare i bambini, possiamo fare una passeggiata romantica lungo la “Passeggiata del Giappone” oppure guardare le persone che si allenano con la canoa nel laghetto che si trova proprio al centro del parco.

 

 

 

 

 

 

 

Continuiamo la nostra passeggiata spostandoci in un luogo che sicuramente piacerà a grandi e piccini, sto parlando del Luneur Park.

Questo parco giochi ha visto passare diverse generazioni di romani (risulta essere anche il più antico d’Italia), infatti è attivo dal 1953. Ha vissuto un periodo non molto fortunato alla fine degli anni ’90 fino alla chiusura nei primi anni 2000. Verso la fine del 2016, dopo i lavori di ristrutturazione, il parco è tornato nuovamente in attività.

 

{🗣 Il divertimento non ha età}

A post shared by mrtozzo81 (@mrtozzo81) on

 

 

 

 

Dopo il divertimento al Luna Park, con una breve camminata, ci spostiamo verso il Palazzo dei Congressi. 

I lavori per costruire questo edificio sono iniziati nel 1938 e sono terminati nel 1954, questo edificio fu ideato per l’esposizione universale prevista a Roma nel 1942 pi mai fatto a causa della Seconda Guerra Mondiale.

Attualmente il Palazzo dei Congressi  è lo scenario per mostre, seminari, convegni e congressi di partito.

 

 

 

{🗣La sorgente della vita}

A post shared by mrtozzo81 (@mrtozzo81) on

 

 

 

CONCLUSIONI

Con questo post completiamo la nostra “gita” nel quartiere EUR, spero che i due post siano stati utili e se invece mi sono scordato qualcosa potete segnalarlo nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.
Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

Annunci

[IO & LA NIKON]: Quartiere EUR Roma – Prima Parte

IO & LA NIKON

 

In una grande città come Roma generalmente vivi intensamente due quartieri, quello dove vivi e quello dove lavori. Questo perché sono i due quartieri dove passi più tempo e perché Roma è così grande che è impossibile riuscire a viverla a pieno tutta.

 

 

 

Oggi vi porterò in giro nel quartiere che, da ormai quasi tre anni, frequento tutti i giorni per lavoro ovvero il quartiere EUR (Esposizione Universale di Roma). Questo quartiere è indicato anche come Q. XXXII ovvero il 32esimo quartiere della Capitale.

L’area fu bonificata nel 1942 con la costruzione dei primi edifici per l’Esposizione (per questo che sui tombini trovate la sigla E.42), ma divenne ufficialmente un quartiere solamente nel 1961.

 

 

Questo quartiere è quello più moderno e schematico dove trova sbocco  l’architettura razionalista

 

“L’EUR è un quartiere molto congeniale a chi fa di professione il rappresentante di immagini  – Federico Fellini”

 

GIRANDO  L’EUR

Il quartiere EUR è pieno di attività commerciali e uffici ma troviamo anche posti, come il Laghetto dell’EUR, dove possiamo rilassarci durante pausa pranzo o possiamo andare a divertirci con la famiglia al LunEur Park (che ha riaperto da poco) oppure possiamo vedere i monumenti o le Chiese che sono presenti in zona.

Iniziamo il giro partendo dal Palazzo della Civiltà Italiana (i romani lo chiamano anche Colosseo Quadrato).

 

 

 

{🗣 La sorgente della vita – pt2}

A post shared by mrtozzo81 (@mrtozzo81) on

 

{🗣 Puntare verso il cielo e oltre }

A post shared by mrtozzo81 (@mrtozzo81) on

 

 

Il Palazzo della Civiltà Italiana fu progettato e iniziato a costruire tra il 1936 e il 1940 per poi interrompere i lavori durante il periodo della seconda guerra mondiale. Quello che mi colpisce è la sua maestosità e soggezione che incute quando ti trovi proprio sotto.

Il Palazzo della Civiltà Italiana ha una forma a  parallelepipedo, con struttura in cemento armato e copertura interamente in travertino e presenta 54 archi per facciata. Questo edificio viene usato per usi espositivi e museali e attualmente è dato in gestione al gruppo Fendi.

 

 

 

Con una passeggiata di 10 minuti possiamo spostarci dal Palazzo della Civiltà Italiana alla Basilica dei Santi Pietro e Paolo altra meta, che se passi per l’EUR, devi andare a vedere perché merita veramente.

La basilica dei Santi Pietro e Paolo  si innalza nel punto più elevato del quartiere, una delle visuali da questo punto ad esempio è viale europa,  qui si ritiene che sorgesse un oratorio dell’Arciconfraternita dei Pellegrini, il quale è stato consacrato ai due apostoli.

 

{🗣 Basilica dei Santi Pietro e Paolo La basilica dei Santi Pietro e Paolo è una chiesa di Roma, all'EUR. Essa si innalza nel punto più elevato del quartiere, nel punto in cui si ritiene sorgesse un oratorio dell'Arciconfraternita dei Pellegrini, consacrato ai due apostoli. È affidata alla cura dei Frati Minori Conventuali della Provincia Romana. Il tempio, a croce greca, è costituito da un cubo centrale e da una cupola emisferica con un diametro di 32 metri. All'esterno, ai lati del portico, le grandi statue raffiguranti i Santi patroni di Roma Pietro e Paolo dominano la scalea monumentale che unisce il piazzale della chiesa al sottostante viale Europa. All'interno, sopra l'altare maggiore, domina la figura di Cristo trionfatore; a sinistra, nella cappella dedicata all'Immacolata Concezione, è presente un mosaico raffigurante la Madonna con il bambino circondata da una corona di angeli. A destra, invece, si trova la cappella di San Francesco ove è collocata una pala in mosaico che presenta il poverello di Assisi insieme ad alcuni santi francescani. Sulla facciata laterale della basilica spicca un altorilievo in marmo la Conversione di Saulo del 1941 scolpito da Venanzo Crocetti.} ~ ~ ~ ~ #IAmATraveler #italy #AwesomeEarth #BestVacations #EarthFocus #BeautifulMatters #Earthpix #PassionPassport #Exklusive_Shot #CNTraveler #AGameOfTones #BeautifulDestinations #AwesomePix #TravelAwesome #DiscoverGlobe #Discover_Vacations #BestDiscovery #TravellingThroughTheWorld #Places_Wow #Instatravel #TopEuropePhotos #Wonderful_Places #MyTinyAtlas #ArtOfVisuals #GuardianTravelSnaps #RoamThePlanet #NeverStopExploring #rome #roma #toxnetgram

A post shared by mrtozzo81 (@mrtozzo81) on

 

All’esterno della Basilica, per la precisione ai lati del portico, troviamo due grandi statue che raffigurano i Santi patroni di Roma Pietro e Paolo i quali dominano la scala  che unisce il piazzale della chiesa alla sottostante viale Europa.

 

 

 

L’interno della Basilica è affascinante tanto quanto l’esterno,una volta dentro possiamo subito notare sopra l’altare maggiore la figura di Cristo trionfatore. Alla sinistra, nella cappella dedicata all’Immacolata Concezione, troviamo un mosaico che raffigura la Madonna con il bambino circondata da una corona di angeli.

Dalla parte opposta, nella cappella di San Francesco, troviamo un mosaico che rappresenta San Francesco insieme ad alcuni santi francescani.

CONCLUSIONI

La prima parte della “gita per l’EUR” finisce qui, la prossima volta ci dedicheremo a qualcosa di più “leggero” come Viale Europa (una lunga via dove fare shopping), il LunEur Park e i parchi che circondando questo quartiere.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.
Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

[IO & LA NIKON]: Vicoli di Frascati

 

I vicoli delle città (o dei piccoli centri) nascondo sempre dei particolari interessanti da catturare con la propria macchina fotografica. Può essere una luce particolare, un colore o una situazione.

 

In questa occasione mi trovavo in giro per Frascati, un Comune che si trova vicino Roma nell’area dei Castelli Romani, in occasione del Carnevale. Mentre andavo verso la tradizionale sfilata dei carri la mia attenzione è andata su questo vicolo, in particolare mi ha colpito la luce che entrava alla fine della strada.

 

“La foto è stata scatta con un Nikon D80 con Obiettivo Tamron 70 – 300 mm”

 

La foto è in bassa risoluzione perché è la versione per il web, per la versione originale potete contattarmi qui.