Archivi categoria: blogger

I ferri del mestiere per un blogger: Software

Web-Design-Tools

 

La scorsa volta abbiamo visto quali sono i “pezzi di ferro” che utilizzo per la mia attività di blogger, oggi invece andiamo a vedere quali sono i software che utilizzo. Naturalmente non vi parlerò dei classici software per gestire gli account Social (Facebook, Twitter etc..) o il client di posta, anche anche perché è scontato che utilizzi quelli, ma proprio quelli utilizzati per produrre post e gestire la mia attività di blogger.

Il primo software che uso (e che trovo indispensabile) è Evernote, questo programma è multi-piattaforma e funziona su Windows, MacOsX, iOS e Android. Questo programma serve per prendere appunti ma anche per scrivere post interi (come nel mio caso). La caratteristica che rende questo programma indispensabile è la possibilità di sincronizzare il tutto.

Infatti potete installare Evernote sul vostro computer e sul vostro smartphone/tablet, quello che scrivete sul computer lo potete sincronizzare e trovarlo sul vostro smartphone/tablet e viceversa. Se volete approfondire potete leggere anche questo post: “L’ennesima guida su Evernote“.

Se Evernote mi serve per scrivere i post, Hootsuite lo trovo molto comodo per diffondere sui vari Social i miei articoli. Questo programma ti permette di programmare uno (o una serie) di post che possono essere pubblicati ad esempio su Facebook (profilo personale, fanpage o gruppo) o Twitter. Esiste una versione gratuita e una a pagamento (con più funzioni).

La programmazione dei post la trovo fondamentale perché (per fortuna) non siamo H24 davanti al computer, quindi possiamo programmare i nostri post e poi andare in giro per fare le nostre cose.

Visto che anche l’occhio vuole la sua parte uso dei programmi che riguardano la fotografia e i video, sono programmi che uso da smartphone o tablet che mi permettono di lavorare i file come se fossi davanti al pc.

 

  • VSCO (per le foto)
  • CAMERA360 (per le foto)
  • iMOVIE (per i video)
  • SNAPSEED (per le foto)
  • CANVA (per le foto)

 

Ultimo programma di cui vi voglio parlare è ScanBot, anche in questo caso esiste una versione free e una a pagamento, utile se siete sempre in movimento. Se siete sempre in giro portarsi dietro uno scanner non è proprio comodo, allora per risolvere il problema installatevi questa applicazione.

Basterà un click per scannarizzare qualsiasi cosa e salvarla in pdf.

 

CONCLUSIONI

Questi sono i software principali che utilizzo, poi ogni tanto mi piace sperimentare e provarne di nuovi. Voi quale usate? Conoscevate questi che ho citato io ? Lasciate il vostro feedback nei commenti.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

Annunci

I ferri del mestiere per un blogger: Hardware

Web-Design-Tools

 

Iniziamo con il post più difficile da scrivere senza sembrare un post marchetta, ma se volete sapere l’hardware che utilizzo qualche nome lo devo fare e poi nessuno obbliga nessuno a cliccare sui link amazon che troverete all’interno del post. Ok dopo aver fatto chiarezza possiamo iniziare a vedere  quali strumenti hardware utilizzo per gestire il mio blog.

 

iPAD 3 Mini

Questo è lo strumento principale che utilizzo per gestire il mio blog, potente che ti permette di lavorare senza problemi  e delle dimensioni giuste per portarlo comodamente in borsa o anche nella tasca del giaccone.

Vabbé ma cosa ci fai precisamente con l’iPAD?

Scrivo il 90% dei miei post (nel prossimo post vi dirò con quale software), effettuo editing video e di foto, gestisco i miei account Social e poi nei momenti di relax ci vedo anche i film su Netflix 😀 , il problema archiviazione lo gestisco grazie ai servizi Cloud (ma anche di questo ne parleremo nel prossimo post).

Insomma grazie a questo dispositivo ho tutto il mio ufficio sempre dietro.

 

iPhone 5S

Questo strumento (insieme l’iPAd) è l’altro strumento che utilizzo per gestire la mia presenza su Social e per la diffusione dei contenuti del mio blog. Naturalmente non scrivo per il blog con l’iPhone (lo schermo è troppo piccolo) ma se sono in giro e devo gestire i miei account Social, rispondere a qualche commento sul blog o devo lavorare qualche foto da pubblicare allora è lo strumento ideale.

 

iClever IC-BK03 Tastiera Bluetooth

Come ho detto prima per utilizzo l’iPad per scrivere i post per il mio blog, però quando i post sono lunghi utilizzare la tastiera virtuale può risultare scomodo. E’ per questo motivo che ho scelto la tastiera iClever IC-BK03 Tastiera Bluetooth per lavorare in tutta tranquillità.

Oltre ad essere comoda per scrivere è anche molto comoda da portare dietro, infatti una volta chiusa si porta comodamente in tasca o nella borsa.

 

AmazonBasics – Caricabatterie esterno portatile

Passando molto tempo fuori casa non sempre ho la possibilità di utilizzare una presa per ricaricare lo smartphone o il tablet avere un powerbank sempre dietro può risultare comodo. Io ho preso un powerbank di Amazon (quelli della serie AmazonBasics) che (almeno secondo me) è un ottimo compromesso tra prezzo e utilità.

 

CONCLUSIONI

Ecco questi sono i “pezzi di ferro” che utilizzo per gestire il mio blog e i miei account Social, il 30 maggio invece vi dirò quali sono i software che utilizzo di più. Voi quale usate? Se volete potete lasciare il vostro contributo nei commenti sotto questo post. Se invece volete comprare quelli che ho citato io, se volete, potete cliccare sui seguenti link:

 

 

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

I ferri del mestiere per un blogger

Web-Design-Tools

 

Scusa ma te cosa usi per scrivere? Scusa ma tu cosa usi per fare ricerche? Scusa ma dove le trovi le foto che pubblichi? Scusa ma come fai a stare sempre sul pezzo ed essere sempre aggiornato? E come fai a  rispondere velocemente ai commenti?

Ecco queste sono solo alcune delle domande che ogni tanto arrivano, molti pensano che chi ha un blog giochi a fare Aranzulla o che non hai niente da fare tutto il giorno e quindi perditempo a scrivere sul web. Ecco non è proprio così perché dietro a un blog (serio)  c’è molto lavoro, molto tempo passato a fare ricerche per essere sempre aggiornato e poi alcune volte serve anche molta fantasia per inventarti sempre qualcosa di nuovo.

 

“ARANZULLA? LO PREFERISCO QUANDO FA I DOLCI”

 

Naturalmente un blogger non fa tutto a mano ma utilizza i propri strumenti del mestiere, che non devono essere uguali per tutti, e io in questi 7 anni ho selezionato i miei da quelli hardware a quelli software.

Nelle prossime settimane usciranno i post dove andrò a spiegare quali sono i miei strumenti del mestiere e perché uso proprio quelli. Le prossime pubblicazioni usciranno nelle seguenti date:

 

  • Strumenti del Mestiere: Hardware 23 maggio 2016
  • Strumenti del Mestiere: Software  30 maggio 2016
  • Strumenti del Mestiere: Aggiornamenti 6 giugno 2016

 

Ok, immagino che vorrai qualche anticipazione. Allora ti posso dire che alcuni strumenti che utilizzo sono: iPad, Evernote e Pixabay. Questi sono alcuni degli strumenti che utilizzo per scrivere i post, se ne vuoi sapere di più allora segnati la data 23 maggio 2016 per il primo dei tre appuntamenti con “I Ferri del mestiere di un blogger“.

CONCLUSIONI

E tu hai qualche domanda da fare ? Vuoi sapere qualche cosa di particolare? Bene allora sfrutta i commenti sotto questo post oppure vieni sulla pagina Facebook di Toxnetlab per lasciare le tue domande.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

5 commenti che fanno incazzare un blogger

Controlar la ira

L’ho detto più volte che “I commenti sono la linfa vitale” per il blog, ma bisogna anche dire che alcuni commenti fanno venire la bile ai blogger. No non sto parlando dei commenti negativi, anzi quelli se sono costruttivi sono molto utili per crescere, ma parlo di quei commenti inutili che appena li leggi ti sale un istinto omicida che neanche Clyde Shelton (Giustizia privata) ha mai provato.

La questione è sempre la stessa io mi sbatto per scrivere un post, faccio ricerche, trovo le fonti, cerco la foto giusta, faccio Web PR e tu mi lasci un commento del genere? Io ne ho individuati 5 commenti che proprio non riesco a tollerare e tu quale commento proprio non riesci a tollerare?

 

COMMENTO 1: RICAMBI ?

Questo tipo di commento si trova spesso sui Social (in particolare su Youtube) ma alcune volte mi è capitato anche sul blog, la situazione è più o meno la seguente:

Tu hai pubblicato il tuo post (su Social o Blog) ed iniziano ad arrivare i primi like, dopo circa 1 ora arriva la notifica che qualcuno ha commentato. Wow !!! Andiamo a vedere il commento…. “Ciao bella foto ho messo like, ricambi?” oppure “Ciao ti sto seguendo ricambi ?”

 

wtf whatsapp

 

Perché scrivi queste stronzate nei commenti? Perché secondo te dovrei seguirti (visto che produci contenuti scarsi) ? Perché mi stai seguendo? Mi dispiace ma non funziona così, se ti seguo è perché mi interessa quello che pubblichi (post o foto) altrimenti non perdo tempo neanche per un like.

 

COMMENTO 2: LO SPAMMONE

Alzate la mano se almeno una volta sotto un vostro post non avete ricevuto un commento del genere: “Ciao bel post, io ho scritto questo http://www.blogchenonmiinteressavedere.postinutile”. Questo genere di post non riceve per niente la mia attenzione e nella maggior parte delle volte va dritto dritto nello spam.

Il problema non è fare pubblicità al tuo blog sotto il mio post, ma è come la fai pubblicità. Se il post che mi vuoi far leggere è in linea con quello che ho scritto nel post e se me lo proponi bene allora, forse, hai qualche possibilità in più che io legga il tuo post. Bastianich insegna che l’impiattamento di una pietanza è importante.

 

COMMENTO 3: IL SIMPATICONE

E si arriva anche lui, il simpaticone di turno quello che pensa (e purtroppo te lo scrive anche nei commenti) di essere il più simpatico della blogosfera e si sente in obbligo di rallegrare i tuoi commenti con battute che non fanno ridere e che (cosa più triste) non fanno ridere.

I commenti sono uno strumento molto importante sia per il blogger che per il lettore, perché? Perché dai commenti possono nascere discussioni interessanti che in molti casi portano a sviluppare altri post. Tramite i commenti un lettore può integrare informazioni che magari il blogger non ha trattato o correggere qualche refuso, quindi perché “sporcare” i commenti con battute che non ti farebbero dire neanche a Colorado?

 

COMMENTO 4: IL NON LETTORE

Ovvero quello che legge solo il titolo e poi si sente in diritto di commentare (e nella maggior parte delle volte criticare) senza aver letto il post. Tutti i blogger (me compreso) usano dei titoli acchiappa click (e non dite di no perché la lista è lunga) e non ci trovo niente di male, se poi il contenuto del post mantiene le promesse del titolo.

Io potrei anche utilizzare un titolo provocatorio per poi spiegare tutto nel post, se però ti fermi al titolo poi scrivi dei commenti inutili che fanno venire l’ulcera al povero blogger.

 

COMMENTO 5: IL PROVOCATORE

Il PROVOCATORE  può minare il vostro sistema nervoso e lui, a differenza del NON LETTORE, ha letto bene più di una volta alla ricerca di una micro fessura per aprire un Breccia nel tuo Blog che in confronto la Breccia di Porta Pia era una scampagnata.

Andrà alla ricerca di ogni errore, anche il più piccolo, per attaccarti senza pietà e lasciarti stordito all’angolo compromettendo il tuo blog e la tua reputazione.

 

SEO KO

 

Vi sentite come quello della foto? Tranquilli è normale, soprattutto le prime volte, ma poi capisci che è solamente un Troll e come tale deve essere trattato. Io i Troll li tratto così: “Adoro i Troll“. Se poi prima di affrontare il suddetto Troll avete bisogno di una carica allora guardate questo video.

 

CONCLUSIONI

Io la mia l’ho detta ora tocca a te, quali sono i commenti che proprio ti fanno salire la bile ? Lascia il tuo commento (cercando di non cadere nei 5 punti 😀 ) sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

Chi ha paura del blogger ?

Mr Tozzo

Quello che non conosciamo ci mette sempre paura, così è sempre stato e così lo sarà sempre. Omero diceva che la Terra  finisse dopo le colonne d’Ercole e se le superavi saresti caduto di sotto, invece adesso dicono che i blogger sono il male e che il web è un posto brutto anche grazie a loro.

Ma chi è veramente un blogger? Prima di andare avanti vediamo come al solito la definizione su Wikipedia:

 

“Il blogger (o per meglio dire il bloggista) è colui che scrive su il blog”

 

Ma allora perché fa così paura il blogger? E soprattutto a chi fa paura? Nella mia modesta esperienza ho notato che la figura del blogger fa paura principalmente a due categorie:

 

  • Aziende
  • Giornalisti

 

LO VUOI UN PALLONCINO ?

Avete mai visto il film IT (tratto da un libro di Stephen King) ? Se si, sicuramente vi ricorderete la scena dove il clown Pennywise da dentro un tombino chiama il bambino George Denbrough che cerca di recuperare una barchetta di carta. Il clown lo uccide brutalmente.

Avete in mente l’espressione di terrore che ha il bambino? Ecco è la stessa che hanno quando le persone si devono interfacciare con un blogger. Ma perché le Aziende e i Giornalisti hanno così paura dei blogger? Io mi sono fatto questa idea, se tu hai altri motivi sfrutta i commenti sotto questo post.

 

AZIENDA

 

  1. Un blogger (ma diciamo il web in generale)  può rovinare la reputazione di una azienda. In passato ci sono stati molti casi, uno su tutti British Petroleum
  2. Il blogger non è un professionista anzi solitamente sono dei ragazzini brufolosi che smanettano con il computer
  3. E’ una perdita di tempo
  4. Non vedono il guadagno immediato

 

GIORNALISTI

L’esplosione del web ha portato una ventata di terrore nel mondo giornalistico (specialmente nella vecchia guardia) perché, come dicevo prima, quello che non si conosce mette sempre paura come anche i cambiamenti. E da quando l’editoria si è dovuta spostare anche sul web di cambiamenti ce ne sono stati tanti.

La Carta Stampata ha perso, e continua a perdere, terreno nei confronti del web  e non è un caso che alcuni blog (o testate web) facciano più numeri dei classici giornali, come non è un caso che anche la storica rivista Wired si sia trasferita completamente sul web.

Non è un caso che molte testate “blasonate” per vedere aumentare le visite utilizzino tecniche scorrette, bannate anche da Facebook, come il click baiting.

 

“Io sono un giornalista e non un blogger e non ho la minima intenzione di mischiarmi con loro”

 

Caro giornalista che la pensi così, credimi, anche molti blogger la pensano uguale a te però a parti invertite .

 

LA GUERRA DEI POVERI

Le faide non portano a niente anzi si perde da entrambe le fazioni, volete sfruttare il web per i vostri affari e avere una soluzione WIN-WIN ? COLLABORAZIONE !! Azienda il blogger non è un headhunter che gira per il web alla ricerca di aziende da far chiudere, giornalista il blogger non vuole rubarti il lavoro. Collaboriamo cazzo e facciamo sviluppare il web anche in Italia, proprio come succede in altri Paesi.

CONCLUSIONI

Questa è la mia idea dopo aver letto i commenti sotto il post “Quanto costa una recensione?“, i blogger non sono cattivi è che li disegnano così !! E tu cosa ne pensi? Lascia, se ti va, il tuo parere nei commenti sotto questo post.

 

“Che avete da guardare? Siete solo una manica di TROLL . Sapete perché? Perché non avete il fegato per aprire un BLOG. Voi avete bisogno di gente come me. Vi serve la gente come me, così potete puntare il vostro dito del cazzo e dire: «Quello è un BLOGGER cattivo». Be’? E dopo come vi sentite, buoni? Voi non siete buoni. Sapete solo nascondervi, solo dire bugie. Io non ho questo problema. Io dico sempre la verità, anche quando dico le bugie. Coraggio, augurate la buona notte al BLOGGER, coraggio. È l’ultima volta che lo vedete un BLOGGER come me, ve lo dico io. Forza, fate passare il BLOGGER cattivo. Attenti sta arrivando il BLOGGER ! Meglio che vi fate da parte!”

 

Se hai trovato interessante il blog lo puoi votare nella CATEGORIA 27 per il Macchianera Italian Awards cliccando qui.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).