Come organizzare un viaggio con Google Maps

Quando dobbiamo organizzare un viaggio, che sia per piacere o per lavoro, la cosa più importante è la pianificazione per non lasciare niente al caso.

Esistono diversi tool per pianificare i propri viaggi ma quello che io trovo più utile è il caro e vecchio Google Maps. Si hai letto bene, Google Maps, quello che solitamente la gente usa per vedere il tragitto per andare da A a B o per vedere una determinata località con Street View.

Con Google Maps puoi fare molto di più per i tuoi viaggi e per farlo ti basterà avere solamente un account Google, un computer e uno smartphone, se avete anche una macchina con un navigatore compatibile allora l’utilizzo diventa ancora più interessante.

 

ORGANIZZIAMO IL NOSTRO VIAGGIO

Abbiamo deciso di organizzare un viaggio di piacere, magari per il prossimo week end, magari ad Arezzo. Bene allora la prima cosa che dobbiamo fare è andare su Google Maps e trovare il percorso migliore per arrivare.

Il percorso migliore per andare da Roma ad Arezzo è quello che segna 218 km (in 2 ore e 24 minuti) per arrivare a destinazione. Ora dobbiamo cercare un hotel e dei ristoranti dove mangiare, per farlo basta zoomare sulla città di destinazione e vedere  cosa riusciamo a trovare.

 

 

Ecco ad esempio possiamo andare a mangiare da Porcavacca (se capitate per Arezzo ve lo consiglio) quindi salviamo la posizione del locale in maniera di averla in evidenza quando apriremo la mappa, per farlo vi basterà cliccare sull’icona del ristorante sulla mappa e poi cliccate sul tasto Salva (che trovate nella colonna di sinistra).

La stessa procedura la potete ripetere per ogni attività commerciale che è registrata su Google Maps (come ad esempio Hotel). Una volta che avete definito il vostro viaggio, quindi avete deciso il tragitto e i punti d’interesse, sarebbe comodo avere tutto sul vostro smartphone o tablet (andare in giro con il portatile non è proprio comodo).

Si può fare tranquillamente, basta cliccare sul tasto “Invia al Telefono” che trovate nella colonna a sinistra. Se vuoi capire come si può mandare il percorso appena calcolato al computer al tuo smartphone, tablet o auto (si hai letto bene: AUTO) leggi qui:”Google Maps: invia i tuoi itinerari dal PC allo smartphone” oppure leggi qui: “Inviare le indicazioni stradali al telefono, all’auto o al tablet”.

 

CONCLUSIONE

Insomma una soluzione rapida ed efficace per organizzare al meglio i vostri viaggi usando dei tools affidabili e gratuiti messi a disposizione da Google. Voi cosa usate quando dovete organizzare i vostri viaggi? Avete mai pensato ad usare Google Maps ? Lasciate il vostro contributo nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

Annunci

Messo il tag:, , , , , , , ,

15 thoughts on “Come organizzare un viaggio con Google Maps

  1. Federico Chigbuh Gasparini 30 ottobre 2017 alle 10:32 Reply

    Caro Andrea, hai scritto un articolo utilissimo.

    Non conoscevo questo potenziale di Google Maps. Grazie.

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 30 ottobre 2017 alle 10:41 Reply

      Grazie Federico, è una funzionalità veramente comoda e poi ti serve solamente un account su Google per poter vedere i tuoi viaggi su tutti i dispositivi.

      Liked by 1 persona

      • Federico Chigbuh Gasparini 30 ottobre 2017 alle 10:48 Reply

        Più mi immergo nel mondo Google più divento un fan dei loro sistemi.

        Sono semplici e, forse, a causa di questa loro semplicità a volte risultano di primo acchito complessi.

        Poi una volta che li provi non puoi più farne a meno.

        P.S.: come procede il tuo esperimento sulla loro piattaforma di blogging?

        Sai anch’io ne ho aperto uno pochi giorni fa e trovo tutto così easy.

        Liked by 1 persona

        • Mr Tozzo 30 ottobre 2017 alle 10:57 Reply

          Google ha creato un ecosistema veramente valido con il quale puoi fare veramente tutto.

          Per quanto riguarda la piattaforma di blogging i test sono finiti, ora sto valutando se vale la pena spostare il mio blog li oppure rimanere qui dove sono. Comunque secondo me la piattaforma è valida e ci puoi fare blogging seriamente (anche se molti dicono il contrario).

          P.S.
          Anche tu hai aperto su blogger? Che blog è ?

          Liked by 1 persona

          • Federico Chigbuh Gasparini 30 ottobre 2017 alle 11:09 Reply

            Io ho appena aperto un secondo blog su Blogger verticalizzato sul Business Design.

            Si chiama Business Design – Italia.

            Per ora ho solo creato il layout e non ho ancora postato.

            In pratica, replico la strategia di Angelo Cerrone che ha 2 blog con argomenti diversi.

            Solo che la faccio su 2 piattaforme diverse.

            Manterrò su WP quello più generalista poiché ci sono affezionato e mi sta dando delle buone gratificazioni.

            Sull’altro sarò focalizzato su Business Design e, forse, mondo startup.

            Liked by 1 persona

            • Mr Tozzo 30 ottobre 2017 alle 11:31 Reply

              Ottima soluzione

              Liked by 1 persona

              • Federico Chigbuh Gasparini 30 ottobre 2017 alle 15:12 Reply

                La soluzione Blogger, tra l’altro, mi stuzzica molto da quando ho scoperto che un famoso sito di ricette fatte con Bimby gira su Blogger anche se con TLD di primo livello e anche il sito Affari miei di Davide Marciano fino a poco tempo fa girava su questa piattaforma e fatturava.

                Liked by 1 persona

              • Federico Chigbuh Gasparini 30 ottobre 2017 alle 15:20 Reply

                Il sito di ricette di cui parlavo è ricette-bimby.com ed è stato creato da Giulio Gaudiano.

                Liked by 1 persona

                • Mr Tozzo 31 ottobre 2017 alle 6:53 Reply

                  Anche se il Bimby è contro la mia “religione” ( 😀 ) lo vado a vedere.

                  Liked by 1 persona

                  • Federico Chigbuh Gasparini 31 ottobre 2017 alle 9:50 Reply

                    Beh, anche io in fatto di cucina sono un purista, però mi sono dato una regola cerco sempre di imparare qualcosa da chi ha più successo di me.

                    Infatti, sorrido sempre quando leggo commenti contro il blogger o l’influencer famoso di turno poiché pur rispettando il diritto di tutti di esprimere la propria opinione mi rammarico per il sentimento di invidia che sta alla base di certe filippiche.

                    Liked by 1 persona

  2. Andrea Torti 30 ottobre 2017 alle 11:12 Reply

    Adesso, fra l’altro, con Google Maps puoi organizzare persino dei viaggi… spaziali: https://www.focus.it/scienza/spazio/google-maps-nello-spazio

    Provare per credere 😀

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 30 ottobre 2017 alle 11:32 Reply

      Ecco, adesso mi tocca aggiornare subito il post !! ;D

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: