Le applicazioni che non possono mancare ad un fotografo: Releases

Quando facciamo foto a persone, specialmente se sono minori, e abbiamo intenzione di pubblicarle sul nostro blog o sui vari Social dobbiamo sempre ricordarci di avere l’autorizzazione del soggetto fotografato.

Un modulo firmato ci può mettere in salvo da problemi legali che potrebbero venire fuori se il soggetto fotografato non è d’accordo nel farsi fotografare o nel far pubblicare le proprie foto su internet. Releases è l’applicazione che ci può venire in aiuto quando siamo in giro per i nostri shooting fotografici.

Prima di cominciare vi riporto qui l’elenco delle applicazioni che abbiamo visto e di quelle che vedremo nelle prossime settimane.

 

  • PS Express  √
  • Polarr √
  • Color Pop √
  • Releases
  • Esposimetro
  • Lightroom
  • Spark Post

 

Se conoscete altre applicazioni mi raccomando lasciate i nomi nei commenti sotto questo post.

 

RELEASES

Releases è un’applicazione molto semplice da utilizzare ma che ti può levare dai guai legali dovuti a “diritti fotografici” e “copyright”.

La prima cosa da fare, una volta avviata l’applicazione, è andare nella sezione “Photographer Info” ed inserire i nostri dati (nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, email e sito web), una volta inseriti questi dati possiamo creare la nostra prima Release.

Clicchiamo sul tasto “New Release” abbiamo diversi template di release a seconda di quello che dobbiamo fotografare e dove lo vogliamo pubblicare. Ad esempio c’è il modello per pubblicare foto di modelli adulti (o minori) o di proprietà sul sito di fotografia di microstock Shutterstock.

Una deciso su quale modello cliccare dobbiamo inserire i dati dello shooting fotografico, poi i dati del modello/a, inserire la foto del modello che vogliamo pubblicare, dare un nome al modulo e solo a questo punto avremmo l’anteprima del modulo.

Prima di cliccare sul tasto Send per inviare il modulo ricordatevi di firmare il modulo tramite l’apposito tasto Sign.

Come abbiamo detto prima troviamo diversi modelli, andiamo a vedere quali sono:

 

 

Se non conosci la fotografia micro-stock ti consiglio di leggere il blog di Paolo Gallo se invece vuoi vedere il mio Portfolio fotografico su Fotolia (altro sito di microstock) puoi cliccare qui.

 

Se sei interessato ad approfondire il discorso di fotografia microstock fammelo sapere nei commenti, se siete tanti potrebbe nascere una rubrica apposita. 

 

CONCLUSIONI

Questa applicazione è una di quello che non può mancare sullo smartphone di un fotografo (amatoriale o Pro), in pochi secondi ti risolve un grosso problema ovvero quello dei diritti d’immagine. Questa applicazione c’è solo per iOS, esistono anche altre applicazioni simili per Android ma che non ho provato.

Tu hai provato questa applicazione? Ne conosci altre? Lascia il tuo contributo nei commenti sotto questo post. Se invece ti sei perso i post precedenti eccoli qui:

 

 

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.
Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

Annunci

Messo il tag:, , , , , , ,

3 thoughts on “Le applicazioni che non possono mancare ad un fotografo: Releases

  1. […] Le applicazioni che non possono mancare ad un fotografo: Releases […]

    Mi piace

  2. […] Le applicazioni che non possono mancare ad un fotografo: Releases […]

    Mi piace

  3. […] Le applicazioni che non possono mancare ad un fotografo: Releases […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: