“Senti tu che lavori con i Computer”….ovvero come maledire la tua passione per l’informatica

computer-1106900_1920

 

Senti visto che lavori con i Computer mi puoi aiutare ? Si è rotto Google ! Senti visto che lavori con i Computer mi puoi vedere lo smartphone perché non riesco più a telefonare. Te che lavori con i computer ci metti un secondo a risolvermi questo problema.

 

Se lavori nel campo informatico, o se i computer sono la tua passione, chissà quante volte avrai sentito questi frasi e se pensi che le “domande” siano inventate ti posso assicurare che non è così. In questa era tecnologica i Nerd sono venerati (ma molto spesso anche sfruttati) dai tecno-analfabeti.

 

SENTI TE CHE LAVORI CON I COMPUTER..OVVERO È IN ARRIVO UNO TSUNAMI DI ROTTURE DI PALLE

Quando sei all’inizio della tua “carriera” di esperto informatico ti fa anche piacere di risolvere i problemi informatici di amici, parenti e colleghi ma credimi dopo qualche anno il tuo pensiero cambierà e arriverà il giorno in cui maledirai di avere la passione per l’informatica e per tutto ciò che è tecnologico.

Girando sul web mi è capitato un post di Patryk Rzucidlo Non rendere la tua passione un lavoro” dove appunto spiega l’errore di rendere la propria passione un lavoro (almeno in campo informatico), cazzo se è vero.

I tempi di quando mi divertivo davanti a un PC a smanettare con Linux, con i Server, con le Reti e con il Codice ormai sono lontani. Adesso devo passare 8 ore davanti a un PC a monitorare sistemi, a risolvere casini creati da programmi di merda scritti da programmatori incapaci.

E io sono uno di quei pochi fortunati che ha scelto il proprio lavoro o meglio ha scelto di rendere la propria passione un lavoro, ma per forza di cosa quando una passione diventa un lavoro qualcosa cambia.

E anche le “consulenze” ad amici, parenti e colleghi iniziano ad essere non più piacevoli. Se prima ti esaltavi adesso quando senti la frase “Senti te che lavori con i Computer..” vorresti avere il teletrasporto per scappare lontano.

Perché ? Il motivo è semplice:

 

  • Se sai usare il computer (anche a un livello normale) il tecno-analfabeta pensa che tu possa risolvere tutti i problemi informatici di questo mondo
  • Ti vengono sottoposti sempre dei problemi informatici assurdi, del tipo “mi si è rotto Google” oppure delle problematiche mai viste che rientrano nei “misteri informatici” che manco Bill Gates conosce
  • “Tu lavori con i computer che ci vuole a risolvere questo problema”… ecco questa frase è presagio di almeno 4/5 ore di rotture di palle

 

Questi sono solamente alcuni dei motivi che ti fanno pensare: “Quasi quasi cambio lavoro e mi metto a fare il kebabbaro”.

 

CONCLUSIONI

Continuo ad amare il mio lavoro (anche se preferirei tornare ai ritmi più blandi come ai tempi universitari) ma sto cercando di limitare le consulenze ad amici/parenti/colleghi, alla fine è anche per questo che ho aperto il blog.

Se ti interessa l’argomento passione-lavoro ti consiglio di leggere anche il post di Riccardo Esposito La passione non diventerà mai un lavoro“.

 

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.
Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

Annunci

Messo il tag:, , , , ,

16 thoughts on ““Senti tu che lavori con i Computer”….ovvero come maledire la tua passione per l’informatica

  1. Andrea Torti 6 marzo 2017 alle 11:21 Reply

    Sono assolutamente d’accordo – da Passione a Professione cambiano molte cose: sempre meglio che lavorare in una posizione che si odia, ma in ogni caso… è diverso.

    Geniale l’idea del blog – così tutti (e non solo i “tecno-analfabeti” che conosci) possono abbeverarsi alla fonte della sapienza (io per primo) 😛

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 6 marzo 2017 alle 11:24 Reply

      E’ vero fare un lavoro che deriva dalla tua passione è molto meglio che fare un lavoro che non ami.

      Penso che il blog sia l’estensione naturale del mio lavoro (consulenza) e comunque ci sono nomi più importanti del mio che hanno fatto la stessa cosa (vedi Aranzulla).

      P.S.
      Spero che il termine “tecno-analfabeta” non sia passato come insulto.

      Mi piace

      • Andrea Torti 6 marzo 2017 alle 15:44 Reply

        Penso che tutti siano “tecno-analfabeti”, per un verso o per l’altro – così come tutti sono “ignoranti” in almeno qualche campo 🙂

        Mi piace

        • Mr Tozzo 6 marzo 2017 alle 15:49 Reply

          Vero, basta essere sempre umili (sia nel caso del tecno-analfabeta che nel caso del “divulgatore”. ;D

          Mi piace

  2. mikimoz 6 marzo 2017 alle 14:05 Reply

    Pensa al mio dramma, che è peggio del tuo: la gente pensa che, siccome ho un blog, ne capisca di computer.
    E mi chiede esattamente queste cose, ma al contrario tuo io NON NE CAPISCO DAVVERO UNO STRACAZZO 😄

    Moz-

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 6 marzo 2017 alle 14:13 Reply

      Muahahah ..vabbè in quel caso puoi fare sempre la supercazzola.

      Mi piace

  3. Uomo Secreto 6 marzo 2017 alle 15:17 Reply

    I sistemisti che si lamentano degli sviluppatori mi fanno sempre sorridere, considerando che sono degli end-user che certificano di aver letto il manuale.

    Mi piace

    • Mr Tozzo 6 marzo 2017 alle 15:30 Reply

      Più o meno come chi commenta in maniera anonima ;D

      Mi piace

  4. Uomo Secreto 6 marzo 2017 alle 15:46 Reply

    Ciao! Mi chiamo Roberto, dal 1999 al 2006 ho fatto l’architetto d’infrastruttura per *** e dal 2006 al 2016 faccio lo sviluppatore di infrastruttura in ambito finance per ***. I sistemisti che si sentono superiori agli sviluppatori mi fanno sempre sorridere, considerando che sono degli end-user che certificano di aver letto il manuale. Su cosa baso questa battuta? Vedi sopra.

    Mi piace

    • Mr Tozzo 6 marzo 2017 alle 15:48 Reply

      Dove hai letto del “sistemista che si sente superiore al programmatore” ?

      Mi piace

      • Uomo Secreto 6 marzo 2017 alle 15:59 Reply

        Era una battuta riferita al tuo “casini creati da programmi di merda scritti da programmatori incapaci”, grande frustrazione del sistemista 😀 Puoi editare cortesemente il mio “curriculum”, ond’evitare facili ricerche in rete per questo username che riconducano a me? Grazie!

        Liked by 1 persona

        • Mr Tozzo 6 marzo 2017 alle 16:03 Reply

          Fatto..non vorrei rovinare il tuo anonimato…..

          Mi piace

  5. Rocco 12 marzo 2017 alle 18:52 Reply

    Un articolo tanto interessante quanto veritiero; ho perso il conto delle volte in cui le persone mi hanno chiamato per risolvere i problemi informatici, anche quelli più semplici.

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 12 marzo 2017 alle 19:26 Reply

      Grazie per aver letto. È una situazione nota a molti professionisti del settore, ci lamentiamo ma alla fine andiamo a risolvere sempre i problemi 🙂

      Mi piace

  6. Ertrovatore 29 marzo 2017 alle 10:56 Reply

    Però il kebbabaro è un bel lavoro ahahaha

    Mi piace

    • Mr Tozzo 29 marzo 2017 alle 11:08 Reply

      Si si.. e poi a Roma va molto come mestiere ! ;D

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: