I Post sponsorizzati sono il vero male del blog?

keyboard-498396_1280

 

Questo post nasce dopo aver ricevuto un commento al seguente post “Le 5 migliori telecamere IP“, un post dove parlo di telecamere IP e alla fine ne consiglio 5 con relativo link di affiliazione amazon per comprarle. Il commento che ho ricevuto è stato il seguente.

 

affiliazione

 

L’utente è stato infastidito dal fatto che avessi fatto pubblicità a delle telecamere con la speranza di arricchirmi grazie ad Amazon  e che non avessi specificato che era un post sponsorizzato. Se uno legge il titolo, “Le 5 migliori telecamere IP”,  si capisce già che verranno consigliate delle marche di telecamere e avendo l’affiliazione Amazon non ci vedo niente di male nell’inserire i miei link.

Il problema è sempre lo stesso (argomento già affrontato qui), il blogger non è un lavoro, il blogger deve fare tutto gratis e non è giusto che guadagni qualcosa. Lasciatemi dire che questa mentalità “ristretta” è prettamente italiana. Parliamo di questi guadagni perché magari c’è qualcuno che pensa che inserendo un link di affiliazione si diventa ricchi, SBAGLIATO !!!

Come già detto anche altre volte con il blog esistono due tipologie di guadagno: diretto e indiretto. Quello diretto ad esempio sono le affiliazioni e quello indiretto sono i clienti che ti contattano tramite il tuo blog. Ecco il vero guadagno è quello indiretto, ti consiglio di leggere il post di Riccardo Esposito.

 

SPONSORIZZATO SI, SPONSORIZZATO NO

Ora veniamo alla seconda parte del commento: “ALMENO METTI ELEMENTI SPONSORIZZATI“. Anche questo argomento è stato già affrontato e la mia posizione è sempre stata la stessa, trasparenza nei confronti del lettore. Se quello che pubblichi è un post sponsorizzato allora, tu blogger, hai il dovere di comunicarlo ai tuoi lettori.

Il post incriminato non rientra tra i post sponsorizzati per diversi motivi:

 

  • Non sono stato pagato per scrivere il post
  • Le marche delle telecamere citate non mi hanno pagato
  • L’eventuale acquisto da parte del lettore è totalmente trasparente, ovvero non ha sovrapprezzi

 

 CONCLUSIONI

Tu cosa ne pensi dei post sponsorizzati? Credi che siano il vero male del mondo del blog ? Se ti va lascia il tuo voto nel sondaggio che ho creato su Google Plus.

 

 

Cosa ne pensi invece del post incriminato? Anche te sei convinto che debba rientrare nei post sponsorizzati? Lascia la tua opinione nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

 

Messo il tag:, , , , , , ,

10 thoughts on “I Post sponsorizzati sono il vero male del blog?

  1. Mondo Scrittore (@MondoScrittore) 14 marzo 2016 alle 9:46 Reply

    Se posso dire la mia, francamente poco m’importa se il prodotto è sponsorizzato o meno, purché sia valido. Ma il punto non sta nella sponsorizzazione, il punto sta nella reputazione del blogger e su quanta fiducia si possa nutrire nei suoi confronti. Un blogger con una reputazione solida (guadagnata per meriti, ovviamente) può sponsorizzare quello che vuole, in fin dei conti, se ne va della sua faccia, penso che sia il primo a porre attenzione su quanto va proponendo. In ogni caso, trovo che la questione non sussista, per gestire un blog seriamente ci vuole passione… e tempo. E il tempo è un bene prezioso per chiunque e, in quanto tale, costa.

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 14 marzo 2016 alle 9:49 Reply

      Giusto quello che dici, alla fine un blogger con un post sponsorizzato si gioca la propria reputazione e se il blog è il tuo strumento di lavoro allora porrà molta attenzione a quello che sponsorizza.

      Grazie per aver letto e per aver lasciato un commento.

      Mi piace

  2. Andrea Torti 14 marzo 2016 alle 11:13 Reply

    Insomma, in fin dei conti il fatto che un blogger citi determinati prodotti non significa che io sia costretto ad acquistarli!

    E se la merce in questione dovesse rivelarsi una “ciofeca”, beh… l’influenza dell’autore del post avrebbe i minuti contati🙂

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 14 marzo 2016 alle 11:43 Reply

      Esatto !! Il blogger non obbliga nessuno a comprare, ma consiglia poi se uno vuole seguire il consiglio bene altrimenti non cambia niente.

      Il vero problema è sempre lo stesso..ovvero come viene vista la figura del blogger da chi è esterno a questo mondo.

      Mi piace

  3. Webmaster 14 marzo 2016 alle 12:01 Reply

    Ciao hai scritto una cosa sacrosanta; “mentalità ristretta e tutta italiana”. se ti dico che amazon ha un prodotto in offerta va bene, ma se ti faccio una recensione vera e propria, ci perdo tempo e nel dirtelo ci guadagno qualche centesimo allora non va più bene. Non capisco proprio perchè. Vediamo pubblicità ovunque tutto il giorno e più o meno ci va bene e poi facciamo la guerra ad un post dove chi consiglia ci mette la faccia e la propria reputazione.

    Liked by 2 people

    • Mr Tozzo 14 marzo 2016 alle 12:07 Reply

      Perché il blogger viene ancora visto come il ragazzino brufoloso dietro il computer e non come un possibile professionista.

      Cambierà qualcosa ?

      Liked by 1 persona

  4. Federico Chigbuh Gasparini 14 marzo 2016 alle 17:47 Reply

    Caro Andrea,

    io ritengo che il tuo post sulle telecamere sia sacrosanto.

    Un blogger, come dicono gli americani, non è altro che un publisher che tradotto in italiano vuol dire: editore.

    In Italia sono tutti pronti ad elogiare la TV commerciale poiché non fa pagare il Canone in quanto vive di pubblicità, ma poi criticano i blogger che vogliono adeguarsi a quel modello di business.

    Trovo la cosa assurda tenuto conto che se atterri sul mio blog vuol dire che le informazioni che ci trovi ti sono utili.

    Ma quelle informazioni mi sono costate tempo e denaro, giacché il PC, la corrente elettrica e la connessione non sono gratis, quindi se voglio rientrare delle spese sostenute sono libero di farlo, ovviamente dichiarandolo.

    Come è libero chi mi segue di non leggere più i miei contenuti, se è disturbato dal fatto che io abbia monetizzato il mio blog.

    La questione mi sembra tanto semplice ed ovvia che non capisco chi ancora si scandalizza come il tuo lettore.

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 14 marzo 2016 alle 18:09 Reply

      Ciao Federico , prima di tutto grazie per aver letto per il commento. Come ho già detto prima il problema è come viene visto il blogger dal mondo esterno.

      La visione e’ quella di un ragazzino con i brufoli dietro a un PC e non come di un possibile professionista.

      Mi piace

  5. deliagi 13 settembre 2016 alle 10:59 Reply

    In questo caso l’utente non ha capito la differenza tra scrivere un post sponsorizzato e mettere un link di affiliazione. Insomma nulla toglie che l’utente possa comprare lo stesso prodotto anche fuori dal tuo link. Insomma uno che crede di aver capito ma non ha capito. Pazienza e ahimè.

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 13 settembre 2016 alle 11:04 Reply

      Il problema è proprio questo che la figura del blogger è sempre “demonizzata”, specialmente quando parla di un prodotto.

      Che poi io posso mettere anche il link, ma mica ti costringo a comprare tramite quel link.

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: