[MONDO BLOG]: Usa il 4-4-2 per far vincere il tuo blog

keyboard-498396_1280

Calcio e Blog come si incontrano ? Secondo me si possono adattare le tattiche calcistiche al nostro blog, in particolare alla gestione del nostro blog. Ma quale tattica usare ? Il famoso 5-5-5 di Oronzo Canà ? Meglio di no visto che la sua B-Zona non gli ha portato tanta fortuna, ma io preferisco utilizzare il classico 4-4-2.

 

GESTISCI IL TUO BLOG CON IL 4-4-2

Arrigo Sacchi ha portato al successo il suo Milan con il 4-4-2 quindi, se usato bene, potrebbe essere un successo anche per il nostro blog. Ma in cosa consiste questo 4-4-2 ?

 

  • 4 Canali Social
  • 4 Post NO-Autopromozionali
  • 2 Post Autopromozionali

 

4 CANALI SOCIAL

Essere presenti sui Social è importante, molto importante, però non si può essere presenti su tutti al 100%. Quindi almeno su 4 devi essere presente bene, su quali ? Io utilizzo i seguenti esattamente nell’ordine che vengono citati:

 

  1. Facebook
  2. Instagram
  3. Twitter
  4. Google+

 

Si hai letto bene, Instagram è sopra Twitter e questa classifica è stilita grazie alle statistiche del mio Klout. Facebook è primo anche perché non può essere diversamente, odiatelo pure ma Facebook è il RE dei Social Network e così sarà per molto tempo. Instagram è il Social delle foto e come sappiamo tutti “Un’immagine vale più di mille parole“.

Instagram lo uso molto (più di Twitter) per due motivi: perché mi piace fare le foto e perché mi permette di far vedere il lato nascosto del blogger. Sono iscritto su  Twitter dal 2008 ma posso dire di utilizzarlo seriamente solo da 1 anno, quindi la terza posizione ci sta tutta.

Google+, lo so adesso mi tirerò dietro le ire dei PURISTI SOCIAL/SEO, a me non piace e lo definisco come un “Raccomandato senza talento“. Lo uso in maniera molto ridotta solamente per pubblicare i miei post e quelli dei colleghi blogger e poi stop.

 

4 POST NO-AUTOPROMOZIONALI

Se parli sempre di te stesso e di quello che fai corri il rischio di diventare noioso e di perdere il seguito, quindi la mia idea è di pubblicare “almeno” 4 post che non riguardano le tue attività. Condividi post dei colleghi blogger, foto, post divertenti, i tuoi hobby o video insomma devi intrattenere il tuo seguito no lo devi annoiare.

Per citare il buon Rudy Bandiera:

 

“Chi sa solo di marketing, non sa niente di marketing”

 

E, aggiungo io, annoia pure. E questo concetto vale per qualsiasi settore, odio profondo per chi parla solamente di lavoro anche davanti uno Spritz il venerdì sera.

 

2 POST PROMOZIONALI

Dopo tutta questa fatica adesso tocca a te, puoi finalmente promuovere il tuo ultimo post o la tua attività. Mi raccomando però cerca una forma carina per proporre i tuoi post, sicuramente riuscirai ad invogliare di più le persone. Uno che fa questo lavoro molto bene è Bennaker.

 

CONCLUSIONI

Questa è la tattica che uso io, tu invece come ti muovi? Lascia il tuo contributo nei commenti sotto questo post, sarà utile anche ad altri.

Se hai trovato interessante il blog lo puoi votare nella CATEGORIA 27 per il Macchianera Italian Awards cliccando qui.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

Messo il tag:, , , , , ,

13 thoughts on “[MONDO BLOG]: Usa il 4-4-2 per far vincere il tuo blog

  1. kalosf 3 luglio 2015 alle 6:59 Reply

    Ciao! Prima di tutto complimenti per la chiarezza con la quale esprimi il “know how”. Per quel che mi riguarda, uso solo facebook e twitter (ma quest’ultimo non lo amo molto, lo trovo infatti molto “algido”). Aggiungerei anche un elemento che secondo me ha una sua qualche importanza: riuscire ad entrare in qualche multiblog. Queste reti di blog sono interessanti sia per conoscere gli altri, che per farsi conoscere. Poi concluderei con un pensiero del tutto personale: quando ho deciso di aprire il blog non ero molto interessato ai suoi numeri (non sempre avere numeri alti è sinonimo di qualità…;-), mi sono reso conto però che ci sono delle leggi interne che reggono la vita dei post (vogliamo parlare ad esempio degli orari di pubblicazione e perciò di visibilità?) e ciò mi ha convinto che conoscerle può essere utile, non tanto ad aumentare i numeri, quanto a rendere visibile quel che si vuole comunicare (che poi dovrebbe essere la banale ragione per la quale si scrive un post ;-)… Ciao!!!!

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 3 luglio 2015 alle 7:05 Reply

      Ciao e grazie per aver letto.

      Hai perfettamente ragione i numeri non sono fondamentali e non sono sinonimo di qualità. Grossi numeri li puoi ottenere anche producendo mondezza (anzi nella maggior parte delle volte avviene proprio così).

      Per quanto riguarda gli orari sono stati fatti degli studi e molti hanno scritto post su post..ma secondo me dipende anche dal tipo di follower che ti segue.

      Liked by 1 persona

  2. FUNemployment (@funemploymentIT) 3 luglio 2015 alle 8:33 Reply

    i post promozionali oltre ad essere ‘confezionati’ in una forma creativa e originale devono essere ben dosati, in quanto un’attività autoriferita può davvero diventare stucchevole, se non invasiva quando si parla di menzioni non attinenti o messaggi spam (detti anche marchette). girare per blog amici o che condividono gli stessi interessi, commentandoli e/o condividendo i loro contenuti è un ottimo modo per avere engagement, in quanto chi ti segue capisce che stai dedicando tempo anche agli altri e non solo a te stesso. gli orari sono importanti, ma se i post sono programmati si nota (non c’è la partecipazione di chi li scrive), e questo riduce di molto la partecipazione dei follower. per chiudere, aggiungo che il buon Bennaker è di buon grado seguito. ottimo schema il 4-4-2, ben mirato e non onnipresente, in quanto l’onnipresenza online non funziona più. buon weekend caro Andrea!

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 3 luglio 2015 alle 8:37 Reply

      Grazie per aver letto.

      Concordo quando dici:
      “…girare per blog amici o che condividono gli stessi interessi, commentandoli e/o condividendo i loro contenuti è un ottimo modo per avere engagement….”

      Questo che hai descritto te è un lavoro che deve essere fatto con sincerità e naturalezza per ottenere il vero risultato, ovvero portare un plus al blogger che ha scritto e farti conoscere anche dal suo pubblico.

      Liked by 1 persona

  3. mikimoz 3 luglio 2015 alle 9:52 Reply

    Mi sembra una buona tattica, sai?
    Sui social, io punto molto più su Google+ (è come dici tu, ma ti indicizza -difatti anche i tuoi post li ricondivido lì, per dire) e Twitter (gli hashtag sono fondamentali). Fb lo uso da poco, e ultimamente ho capito che se usato bene possono nascere discussioni parallele.

    Sui post, io non ho nulla da autopromuovere quindi cazzeggio sia x4 che x2😀

    Moz-

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 3 luglio 2015 alle 9:55 Reply

      Diciamo che con Facebook puoi creare molto engagement (che poi può riversarsi sul blog), basta vedere i commenti e i like che hai ricevuto quando su FB hai pubblicato il post dell’arcobaleno.

      Per autopromozione intendevo quando pubblico un mio post.

      Mi piace

  4. ili6 3 luglio 2015 alle 13:19 Reply

    Penso che a programmare così il blog diventi più un lavoro che un hobby. Oddio, forse per molti è un lavoro e quindi è magari giusto pianificare. Non so. So, però, che una regola, seppur taciuta, c’è ed è la regola del “ti leggo se mi leggi”. Detta così puo’ sembrare stridente, ma ha un suo significato. Ti cerco, ti leggo, penso, scrivo, commento:dedico del tempo a te. Non con un liked, con una presenza scritta che può favorire l’interscambio di vedute (i blog nascono per questo). Se lo faccio io, anche tu potresti farlo ogni tanto. Questa “regola” non scritta non è, naturalmente, da seguire alla lettera, ma resta valida nel suo significato.
    Personalmente non ho nessun Social al mio seguito, ho fatto qualche esperienza temporanea nei multiblog, due bellissime esperienze, una pessima, e ho il mio piccolo, ma per me importante, seguito di commentatori che, pur nei miei limiti di tempo, mi impegno a seguire e ricambiare, anche per piacere di intenti. Seguo e commento anche qualche blogger che non ha mai seguito me, ma che propone argomenti che a me interessano ; quindi non sto a contare tanti commenti tu, tanti io. Ma in generale ritengo che l’interscambio sia giusto.
    Un saluto, ciao

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 3 luglio 2015 alle 13:25 Reply

      Il “ti leggo se mi leggi” non funziona sempre, io ti leggo se quello che scrivi mi interessa altrimenti no (indipendentemente se mi leggi o no).

      Mi piace

      • ili6 3 luglio 2015 alle 13:32 Reply

        Non funziona sempre, ma funziona spesso. Certo, l’interesse e la piacevolezza del leggere stanno alla base, logico. Non potrei leggere o commentare un blog di calcio anche se il suo proprietario scrivesse da me mille commenti. Allo stesso tempo ci sono moltissimo blog interessantissimi, ben scritti e ben argomentati con nessuno che commenta e questo è anche perchè l’autore non interagisce con gli altri.

        Liked by 1 persona

        • Mr Tozzo 3 luglio 2015 alle 13:34 Reply

          Si anche questo è vero, bisogna fare networking e farsi conoscere anche da altri blogger.

          Se si usano i commenti bene si possono creare delle ottime interazioni, che oltre alle visite, possono creare delle situazioni interessanti.

          Mi piace

  5. […] [MONDO BLOG]: Usa il 4-4-2 per far vincere il tuo blog. di Andrea Toxiri […]

    Mi piace

  6. Web Assistant 27 luglio 2015 alle 11:42 Reply

    ottimi consigli e buon articolo spiritoso 4-4-2

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: