Legge sui Cookies: o ti adegui o la multa è salata..Alcune possibili soluzioni

Pile of chocolate chip cookies isolated on white background

Ormai sul web non si parla di altro i forum, le chat e i blog non parlano di altro la Cookie Law è arrivata e dal 3 giugno 2015  sarà operativa. Noi che possiamo fare? Semplice se hai un sito ti devi adeguare altrimenti sono dolori (ne ho parlato anche qui).

Semplice a parole ma nei fatti invece sta creando molti grattacapi a webmaster e blogger, infatti i problemi che questa legge sta creando sono diversi. Nei prossimi giorni vedremo alcuni problemi e alcune possibili soluzioni.

 

Cookie tecnico:

“Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall’utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell’estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l’identificazione dell’utente nell’ambito della sessione, risultano indispensabili.”

Cookie di profilazione:

“Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell’utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell’utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.”

 

SOLUZIONE PER WORDPRESS.ORG

Dopo aver definito i due tipi di cookie andiamo a vedere come risolvere questo problema che sta facendo perdere il sonno a molti. Se usi wordpress.org esistono svariati plugin ma quale usare? E come usarlo? Io consiglio di utilizzare Notifica Cookie. Una volta scaricato e installato possiamo iniziare con la configurazione.

 

CONFIGURAZIONE

 Una volta installato andiamo nel pannello di configurazione del plugin appena scaricato e iniziamo la configurazione.

 

cookie1

 

MESSAGGIO: Nel campo messaggio dovete inserire il messaggio che dovrà apparire nel banner, quindi il messaggio potrebbe essere: “Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196.

TESTO DEL BOTTONE: Questo campo altro non serve se non per definire il testo che apparirà sul bottone da cliccare per accettare i cookie. Lasciate la scritta di default.

MAGGIORI INFORMAZIONI: Qui dobbiamo abilitare questa funzione per abilitare il tasto Leggi di più e inserire il link dove il lettore troverà maggiori informazioni sui cookie.

 

cookie2

 

LINK TARGET: Qui abbiamo due opzioni _blank per aprire il link in una nuova pagina, mentre _self per aprire il link nella stessa pagina.

SCADENZA DEL COOKIE: In questo campo potete decidere quanto dovrà durare il cookie, una volta scaduto il cookie tornerà visibile il banner.

SCRIPT PLACEMENT: Qui potete decidere se mettere il banner in testa o nel footer del vostro sito.

DISATTIVAZIONE: Questa funzione serve per abilitare o disattivare i dati del plugin una volta che questo venga disattivato.

La sezione DESIGN serve solamente per definire la grafica del banner, se volete potete anche lasciare tutto così di default. A questo punto cliccate sul tasto SALVA e il banner sarà pronto.

 

NOTA DI SERVIZIO

La piattaforma WordPress.com non ha ancora preso una posizione per quanto riguarda la questione Cookie Law, questo rende molto difficile  la permanenza del blog su questa piattaforma. Quindi la decisione è quella di trasferire il blog su una nuova piattaforma che rispetti questa legge. Dal 27 maggio 2015 il blog si trasferirà a breve comunicherò il nuovo indirizzo web 

 

CONCLUSIONE

Tu quale soluzione hai adottato per risolvere il problema dei cookie? Utilizzi un plugin o servizio diverso da questo? Lascia, se vuoi, il tuo contributo nei commenti sotto questo post sarà sicuramente utile anche ad altri.

Se hai trovato interessante il blog lo puoi votare nella CATEGORIA 27 per il Macchianera Italian Awards cliccando qui.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Messo il tag:, , , , ,

58 thoughts on “Legge sui Cookies: o ti adegui o la multa è salata..Alcune possibili soluzioni

  1. valentina coppola 20 maggio 2015 alle 7:11 Reply

    Ciao Andrea! Quindi trasferisci il blog?😦 Mi dispiace… Per quanto mi riguarda, sul mio blog (uso blogspot) penso che inserirò una pagina dedicata alla privacy policy con un banner nella sidebar che rimanda lì: non ci sarà il pulsante accetto ma penso che l’intenzione di informare l’utente sia chiaramente riconoscibile. Penso che così potrò stare più tranquilla.
    Per un altri sito che ho, invece, un sito wordpress ho scaricato proprio ieri un plug-in che si chiama cookie low info: è stato facile da installare e settare… Speriamo che gli sforzi che noi blogger stiamo facendo siano sufficienti a farci stare tranquilli…

    Mi piace

    • Mr Tozzo 20 maggio 2015 alle 7:14 Reply

      Purtroppo si e mi dispiace perché ormai è aperto da oltre 6 anni sempre su wordpress.com.

      Scelta difficile perché perderò tutto anzianità, rank e forse anche qualche followers ma se wordpress.com non si muove per tutelarci non posso rischiare la multa.

      Per quando riguarda blogspot ho letto che basta attivare la navbar e in automatico ti appare il banner generato da Google.

      Liked by 1 persona

  2. FUNemployment (@funemploymentIT) 20 maggio 2015 alle 8:54 Reply

    purtroppo WordPress.com ha svariate limitazioni rispetto al .org che ti monti sul server e vai, eppure un bannerino con 2 righe di spiegazione ed una paginetta di informativa non sarebbero state difficili da inserire. questa è forse la peggior limitazione visto come stanno andando le cose, specie per un blog come questo che sono anni che sta in piedi. spero che in qualche modo te riesca a trasferirti anche il pagerank e quella che è l’anzianità del sito. altro che Mobilegeddon, la vera scure è questa, e a quanto pare solo in pochi sono già preparati

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 20 maggio 2015 alle 9:03 Reply

      Purtroppo questa cosa non farà bene al web, ok informare il lettore sui cookie ma non si può complicare così la vita a chi ha un blog

      Mi piace

      • FUNemployment (@funemploymentIT) 20 maggio 2015 alle 9:19 Reply

        ma un colpo basso così da WordPress.com che è diffuso in tutto il mondo e maggiore avversario di Blogspot, un minimo di organizzazione e di aggiornamento diamine! non si lamentassero se poi si ritrovano come Supereva!

        Liked by 1 persona

        • Mr Tozzo 20 maggio 2015 alle 9:25 Reply

          Infatti non capisco perché aggiungere un banner sia un problema, il rischio è la decimazione dei blog europei.

          Liked by 1 persona

        • Mr Tozzo 20 maggio 2015 alle 10:26 Reply

          La cosa peggiore che ho scoperto adesso è che per wordpress.com esiste un widget per far apparire il banner per Internet Defense League, però non mi fanno mettere il banner per informare dei cookie…..

          Liked by 2 people

  3. Elena Marino 20 maggio 2015 alle 10:02 Reply

    L’ha ribloggato su .

    Mi piace

  4. tramedipensieri 20 maggio 2015 alle 13:05 Reply

    Sono allarmata…avevo già letto qualcosa in merito ma ho ignorato la cosa….aiutooo…non sono capace di fare ciò che hai scritto.
    Principalmente non comprendo il linguaggio tecnico…e poi perché la multa?

    Grazie del post
    Ciao
    .marta

    Mi piace

  5. tramedipensieri 20 maggio 2015 alle 13:10 Reply

    L’ha ribloggato su Tramedipensierie ha commentato:
    Come ci si dovrà adeguare?
    Questa legge sui Cookies….ma di che Cookies stiamo parlando?
    In questo post alcune soluzioni
    Io navigo al buio e voi? Sapete qualcosa?
    Help!.

    Mi piace

  6. Ghostbox 20 maggio 2015 alle 13:44 Reply

    Secondo me risolveranno il problema, quindi tranquilli.
    Simone

    Liked by 3 people

  7. Rebecca Antolini 20 maggio 2015 alle 14:21 Reply

    Scusa io ho ancora capito quasi niente, ma significa che io potrei perdere il mio contenuto del Blog??? Dovrei salvare tutto, sul mio PC .. e cercare un’altra piattaforma??? Non so nulla di questi cookie😦 me lo spiego uno in parole semplice grazie

    Mi piace

    • Mr Tozzo 20 maggio 2015 alle 16:26 Reply

      Se non chiudi te il blog non perdi niente. Ogni sito genera dei cookie tecnici che servono per la navigazione. Per questi bisogna fare una informativa con il famoso banner.

      Invece i cookie di profilazione, quelli usati a fini commerciali, sono più complicati da gestire perché bisogna pagare anche 150€ al garante

      Mi piace

  8. Dama Con il Cappello 20 maggio 2015 alle 14:54 Reply

    Sinceramente mi pare strano che wp non faccia qualcosa, perderebbe troppa gente. Dubito non ci sia una svolta in merito.

    Liked by 1 persona

  9. SeRgio - NonSoloApp 20 maggio 2015 alle 15:12 Reply

    Nonostante sia convinto che entro il 3 giugno WordPress.com sistemerà la situazione, come sai, sto trasferendo il mio blog su WordPress.org su cui ho installato il plugins che mi hai consigliato.
    I problemi però sono ancora tanti e (a quanto ho visto) diffusi tra tanti altri blogger.

    Il punto centrale è che se da un lato aprire un blog è alla portata di tutti, conoscere come funzionano i cookies è una cosa da tecnici!

    Il dramma si trova nell’informativa estesa e nella eventuale comunicazione al garante.
    Nell’informativa estesa vanno inseriti tutti i cookies del proprio sito… ma come si fa a sapere quali cookies installano i vari plugins? Come faccio a sapere che utilizzo faranno dei dati presi dai miei lettori? Sono responsabile io?!?!
    Nonostante io non faccia profilazione, i bottoni di condivisione sono considerati cookies di profilazione! Che fare? Occorre spendere 150 euro per la comunicazione al garante?
    Sembra di no. Basta ribaltare la responsabilità al servizio che effettivamente fa la profilazione.

    Il problema che tutto si basa sul “sentito dire”!

    Di questi dubbi ne ho a decine e trovo assurdo che non ci sia nessun ente preposto in grado di dare informazioni corrette!!! (Ho anche contattato il URP del Garante!)

    Si rischia di fare gli adeguamenti che ognuno ritiene più corretti e poi dover pagare comunque una multa (esagerata) di migliaia di euro!

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 21 maggio 2015 alle 7:17 Reply

      Purtroppo ci sono troppi cavilli che rischiano di farti sbagliare, poi metti che la legge (secondo me) non è fatta proprio bene. Come fai a dire che i tasti Social e Analytics hanno cookie di profilazione e che li devo definire io nel mio blog ?

      Liked by 1 persona

  10. Bricolage 20 maggio 2015 alle 15:27 Reply

    nuooooo, ora che ti ho scoperto!
    Non ho capito, quindi se wordpress non si adegua a tali standard siamo nell’illegalità?

    Mi piace

  11. Alessandro Vecchio 21 maggio 2015 alle 9:30 Reply

    Andrea ciao.

    In primis, grazie del tuo ottimo contributo.🙂

    Ho anche io un blog su wp.com e ora sono in apprensione..

    Continuo a seguirti nella discussione, in caso farò anche io il passaggio ad altra piattaforma..

    Alessandro🙂

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 21 maggio 2015 alle 14:11 Reply

      Ciao e grazie a te per aver letto. Guarda se ho informazioni le pubblicherò subito, io spero vivamente che wordpress risolvi il problema anche perché dopo 6 anni mi dispiacerebbe lasciare la piattaforma.

      Comunque ho preparato l’alternativa su Blogspot.

      Liked by 1 persona

  12. Roberto Desideri (@RobDesideri) 21 maggio 2015 alle 16:35 Reply

    Ciao a tutti e ciao a te Andrea. Considerate che ho già inviato tre PEC al garante più un’altra PEC in massa con svariate centinaia di altri blogger, ma al momento nessuna risposta. Ci sono delle lacune allucinanti nella legge, nemmeno gli esperti di iubenda e simili sono riusciti a capire come agire, specialmente nell’uso dei pulsanti social, piuttosto che Google Maps o Analytics. La difficoltà quindi non risiede solo per chi utilizza la piattaforma .com in quanto anche chi ha un sito self-hosted e può fare come vuole non SA come fare. E’ una situazione paradossale. PS, se volete, la lettera che abbiamo preparato è linkata qua: http://robdesideri.it/1F3Y5fN

    Liked by 1 persona

  13. ili6 21 maggio 2015 alle 21:56 Reply

    ciao, sto seguendo la discussione e il tuo blog, spaventata perchè non essendo pratica di queste cose edessendo ormai affezionata al mio blog e a questa piattaforma, piuttosto chiudo che trasferirmi. Di rischiare multe per un blog non se ne parla nemmeno! sarebbe un assurdo :piuttosto dovrebbero pagare noi che scriviamo, mettiamo tempo e impegno e portiamo traffico!!!!
    Ciao
    Marirò
    (che nemmeno sa che sono i cookyes)

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 22 maggio 2015 alle 4:38 Reply

      Io spero ancora in una presa di posizione di WordPress … Aspetterò fino al 31 maggio, dopo cambierò piattaforma.

      Mi piace

  14. […] so dirvi di più, ma vi consiglio di seguire il blog di Mr Tozzo, che è esperto in materia e chiarissimo nelle spiegazioni.  Ma anche lui al momento brancola nel […]

    Mi piace

  15. psiche & benessere 26 maggio 2015 alle 14:52 Reply

    La confusione in giro per il Web è tanta, ad esempio c’è chi dice che non è vero che i tasti di condivisone dei social utilizzino cookie di profilazione, altri invece che basta togliere quelli, insieme ai widget dei social.

    Comunque, sul mio blog (https://psicheebenessere.wordpress.com/) compaiono occasionalmente dei piccoli banner pubblicitari in fondo agli articoli, sebbene non abbia aderito a nessun programma di ads. Infatti, si legge nell’informativa sulle ads di WordPress “The site is one of the sites hosted on WordPress.com that has not purchased a paid plan, and we are running ads to cover the costs of operating the site for the user”. La stessa cosa penso avvenga su altri blog. Quindi nel mio caso e in casi simili al mio vengono di sicuro utilizzati anche cookie di profilazione.

    Alla luce anche di quanto discusso sopra, quello che dovrebbe fare WordPress.com sembra abbastanza chiaro: dovrebbe inserire un banner per il consenso all’installazione dei cookie con link all’informativa della privacy policy e provvedere alla comunicazione al Garante, etc. Il blogger non ha la possibilità di installare pop-up banner o lightbox, non può sapere quali cookie utilizzino le terze parti, i vari plug-in e via discorrendo, né può provvedere a dare la possibilità ai lettori di scegliere quali cookie installare o disabilitare.

    La domanda è: quindi Blogger fa tutto questo in automatico? Se si, una “migrazione” verso Blogger eliminerebbe ogni preoccupazione, ma a me che utilizzo WordPress da diversi anni dispiacerebbe molto e mi sembrerebbe di fuggire di fronte ad un problema (che avrebbe potuto essere risolto senza troppe difficoltà da chi di dovere).

    Viene da pensare che il blogger non possa essere ritenuto responsabile dl mancato ottemperamento alle regole del Garante, non ha a disposizione gli strumenti tecnici per farlo e i vari servizi che utilizzano cookie non sono da lui gestiti. Ma rimangono diversi dubbi (ad esempio, decide lui quali widget installare e pertanto partecipa all’attivazione di determinati cookie, del funzionamento dei quali andrebbe avvisato il lettore).

    Mi piace

  16. […] un banner… Insomma si rischia di esser sempre fuorilegge… (qui un post di Mr.Tozzo, qui un altro di Mr.Tozzo, qui un terzo  e qui quello di […]

    Mi piace

  17. kly1971 - TuttoPerTutti 31 maggio 2015 alle 13:41 Reply

    Ciao Mr Tozzo,
    posso dire che siamo agli sgoccioli e io non riesco a capire cosa devo fare?
    Cerco di leggere un po’ tutto, ma ho le idee sempre più confuse.
    Mi hanno suggerito di usare IUBENDA ma ti assicuro che per chi non è pratica di informatica è impossibile sapere quali servizi attivare.
    Qualche anima caritatevole che sia disposta a un tutorial ad hoc?
    DISPERAZIONE!!

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 31 maggio 2015 alle 13:52 Reply

      Guarda per la piattaforma WordPress.com sembra che basti usare un widget di testo (come quello che trovi nel mio blog) dove scrivi una informativa. Iubenda e’ il servizio più attendibile usato da molti blogger.

      Mi piace

  18. Lisa Agosti 8 giugno 2015 alle 17:35 Reply

    Mr Tozzo per chi usa Google blogger invece cosa si deve fare? Grazie!

    Mi piace

    • Mr Tozzo 8 giugno 2015 alle 17:43 Reply

      Devi attivare la Navbar dalla sezione layout per avere il banner

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: