Twitter: Io ti followo, tu mi followi altrimenti ti defollowo

Fonte Foto:

Twitter è, almeno secondo me, il miglior Social Media anche più di Facebook però ultimamente sto notando un fenomeno che ho ribattezzato la “sindrome del followers scambista“. Come funziona questa sindrome? Semplice, tu sei tranquillo a pensare ai tuoi affari e ti arriva una notifica: hai un nuovo follower. Il destino vuole che in quel momento non hai tempo per andare su Twitter e quindi ci vai dopo qualche ora, guardi il contatore dei followers e noti che non è aumentato.

L’altro caso è il seguente:  tu sei tranquillo a pensare ai tuoi affari e ti arriva una notifica: hai un nuovo follower. Tu guardi il profilo e poi lo segui anche tu, dopo pochi minuti arriva il defollow. Tutto questo perché ? Perché gli piace fare la gara a chi ha più followers.

 

ECCO PERCHE’ NON TI FOLLOWO

Il fatto che tu mi stia seguendo su Twitter non significa che io ti debba seguire e questi sono i motivi:

 

  • Sei una Agenzia di Comunicazione
  • Sei una Azienda
  • Il tuo profilo non è in linea con i miei interessi
  • Pubblichi solo cavolate
  • Non vivo H24 su Twitter quindi magari in questo momento non ho modo di collegarmi
  • Sei un followers scambista

Questi sono i miei motivi che mi portano a non seguirti, non te la prendere, ma seguirti solo perché mi segui mi pare una grande cazzata come quelli che si comprano i followers.

CONCLUSIONI

E tu cosa fai? Segui chi ti segue o adotti una logica prestabilita? Cosa ne pensi dei followers scambisti? Lascia il tuo parere nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Messo il tag:, , , ,

18 thoughts on “Twitter: Io ti followo, tu mi followi altrimenti ti defollowo

  1. SeRgio - NonSoloApp 8 maggio 2015 alle 7:44 Reply

    Ahahahha… hai proprio ragione. Brutta sindrome!
    Io personalmente la penso così: “followa e lascia followare” o in altre parole seguo chi mi pare!

    Liked by 1 persona

  2. IlFabbricanteDiSpade (@DaniloSpanu) 8 maggio 2015 alle 8:42 Reply

    Il tuo ragionamento è lecito e comprensibile, ma lo condivido in parte e ti spiego il perché.
    Ho molti interessi, dunque seguo tante persone. Il mio twitter funge così: se trovo uno che potrebbe “potenzialmente” interessarmi, leggo qualche tweet e seguo. Il defollow arriva quando capisco che i tweet interessanti erano tutti copiati oppure, semplicemente, è un utente poco attivo (non mi interessa chi non ha una presenza organica sui social).
    Oltre a questo, potrebbe anche accadere che un utente molto interessante non mi segua (mica sono Gesù Cristo). Se è realmente molto interessante continuo a seguirlo, se è interessante così così e dopo 1-2 mesi magari non mi segue, significa che non gli interessa quello che pubblico oppure che non è un utente abbastanza attivo, dunque capita che tolga anche io il follow.
    Per me Twitter è scambiare e condividere cose interessanti: dove non c’è scambio, decadono i presupposti per il mio follow. Seguire qualcuno interessante così così, che però non ha alcuna intenzione di interagire con te sarebbe come tentare di farsi amico Leonardo DiCaprio.
    Ben diverso è il caso degli utenti che sono utili a prescindere: “non serve che mi ricambi il follow, da te voglio solo informazioni utili” è il ragionamento.

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 8 maggio 2015 alle 12:30 Reply

      Quello che dici è tutto vero e concordo, quello che volevo evidenziare è che non mi piace il ragionamento “Ti seguo e quindi mi devi seguire”, perché magari io per te scrivo cose interessanti ma tu per no.

      E comunque questa gara a chi ha più followers la trovo veramente cretina, e il problema c’è ancora chi si compra i followers per far vedere che è seguito.

      Mi piace

  3. Notizie In Agenda 8 maggio 2015 alle 10:21 Reply

    purtroppo esiste da molto tempo🙂

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 8 maggio 2015 alle 12:31 Reply

      Si è vero, però ultimamente ho trovato il mio contatore di followers veramente instabile…su, giù, su, giù …..non lo guardo più perché altrimenti mi viene il mal di mare !! ;D

      Liked by 1 persona

  4. Fabio Banzato 8 maggio 2015 alle 15:16 Reply

    Ciao Andrea, io seguo le persone o i brand che mi interessano. Ultimamente ho notato anche io questa tendenza: diverse persone o anche brand mi seguono e poi dopo pochi giorni mi cancellano… lo scopo evidente per loro è (era) che io ricambiassi subito il loro follow…

    Liked by 1 persona

  5. Roberto Desideri (@RobDesideri) 8 maggio 2015 alle 23:28 Reply

    Perfettamente d’accordo… Tra l’altro, utilizzando alcuni strumenti per la gestione Twitter, notavo ultimamente proprio la “seconda” moda: un continuo andirivieni di follower.
    Si fanno notare tramite un temporaneo follow; li segui (perché magari interessato all’argomento); il defollow è quasi istantaneo! Probabile utilizzo di tool automatizzati…
    Chiamarlo social media marketing come fanno alcuni mi sembra alquanto forzato… io lo chiamerei “giochiamo a nascondino”. Il smm è ben altra cosa🙂

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 9 maggio 2015 alle 6:57 Reply

      Questo persone sulla quantità …. Più è alto il numero di Followers e più sono fico…. SBAGLIATO !!

      Liked by 1 persona

  6. Francesco Tempesta 9 maggio 2015 alle 11:29 Reply

    A me danno veramente fastidio gli utenti che si comportano così. Se mi segui si presuppone che tu sia interessato ai miei contenuti indipendentemente dal fatto che io ricambi il favore o meno. Sbaglio? Per fortuna con Nutshell individui subito i “furbetti”

    Liked by 1 persona

  7. lupokatttivo 9 maggio 2015 alle 19:59 Reply

    Purtroppo e’ spesso vero

    Liked by 1 persona

  8. Saverio 14 maggio 2015 alle 11:54 Reply

    Trovo interessante il ragionamento che hai fatto, infatti in rete si può trovare di tutto, cose più o meno interessanti o banali, come giustamente fai notare.
    Non conosco Twitter, però un po Facebook e un po di più Google+, e ho notato la stessa cosa, ci sono alcuni che hanno migliaia di follower e di like, e a volte non me ne spiego il motivo. Sarà il business.

    Ti dico invece che, io do l’amicizia a chiunque me la chieda, ma poi, di tanto in tanto vedo che ne sono spariti un po, allora li tolgo anch’io.
    Il realtà il mio intento è molto semplice, ed è quello di pubblicare le foto e i video dei miei viaggi, metterli a disposizione di tutti e naturalmente vado a vedere quelle degli altri; insomma, come uno scambio di esperienze.

    Praticamente il numero dei miei follownati è quasi sempre identico al numero di chi followo. Poi in base agli interessi, posso andare a vedere gli altri.
    Perché, c’è chi mi segue in quanto è appassionato di foto o luoghi, allora ricambio l’amicizia, anche se pubblica poco o altro; io faccio altrettanto quando ne trovo uno che mi piace ed è molto bravo, ma se poi non condivide, per uno dei tanti motivi che hai giustamente elencato sopra, allora lascio perdere, e lo defollowo.

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 14 maggio 2015 alle 11:57 Reply

      La tua è la giusta filosofia per usare il web e i Social, ma il problema è che molti pensano solo ai numeri tralasciando la qualità.

      Mi piace

      • Saverio 14 maggio 2015 alle 12:33 Reply

        Grazie, infatti, come dici giustamente, nei social c’è più la mira ai numeri che alla qualità, infatti, come ti ho detto io non miro ai numeri ma più ad uno scambio, purtroppo mi sono accorto che non è sempre così, ma per fortuna, ci sono anche i blog come il tuo e che io seguo volentieri e mi danno l’alternanza, tra i viaggi e la cultura, che poi volendo vedere possono anche convivere.
        Basta saper scegliere e la possibilità c’è.

        Liked by 1 persona

  9. bloody ivy 1 settembre 2015 alle 19:43 Reply

    mah… meglio il detto “pochi ma buoni” o almeno non esageratamente tanti. Mi piace seguire blog anche molto diversi dal mio, per farmene un’idea. Ho smesso di seguirne un paio quando, con ricerca google mi sono accorta che tutti i post erano copiati da altrove ma non si citavano mai le fonti. Magari aggiungevano una frase iniziale e una finale tipo “e voi che ne pensate?” ma l’articolo era il copia e incolla del lavoro di un altro autore ignaro. Detesto queste scorrettezze e mi rifiuto di seguire blog simili. Appena se ne sono accorti hanno smesso di seguire me perché evidentemente era un implicito accordo (solo nella loro testa) che se tu segui me io seguo te.
    Seguo volentieri il tuo blog e non mi è mai neanche venuto in mente di controllare se la cosa è reciproca, non vedo perché e cosa cambierebbe. Idem per twitter. Ma chi diavolo ha tanto tempo per controllare queste cose? E vogliamo parlare di Facebook? Un esempio ma potrei farne 1000. Mi son ritrovata un mi piace sotto un’immagine postata e poi il tipo che mi invita a mettere mi piace sulla sua pagina. Non ci ho fatto caso e, il tipo mi scrive in chat “metti il mi piace sulla mia pagina”, io rispondo “quando ho tempo vado a vederla e se mi piacerà ma solo se mi piacerà lo metterò” e questo si arrabbia “ma come??? io ho già messo il mi piace sull’immagine che hai postato!!”, come per dire… che credi che mi piacesse davvero? era solo merce di scambio. L’ho mandato in malora e ovviamente mi ha tolto l’amicizia.
    Followers e “mi piace” a volte son genuini… a volte.

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 1 settembre 2015 alle 19:49 Reply

      Ciao e grazie per aver commentato !!

      Hai perfettamente ragione, meglio pochi e genuini !!! Pensa che c’è un “mercato nero” di like e followers, cosa inutile e dannosa per tutti.

      Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: