Youtube a pagamento ovvero come mandare in vacca un progetto

film-589491_640

La notizia è di pochi giorni fa, e l’ho appresa da Anna Covone di Tutto su Youtube, cambiano le regole per fare i BIG MONEY su Youtube. Prima di continuare però vorrei farti tre domande:

Cosa succede ogni anno quando ci troviamo a Dicembre/Gennaio ? La gente inizia a lamentarsi perché deve pagare il canone della RAI, è troppo caro, è inutile, io non la guardo mai la RAI ecco queste sono solo alcune delle lamentele che ogni anno si ripetono.

Lo sai perché Mediaset ha più successo della RAI ?  Si ok ha un palinsesto migliore, si ok ha un ufficio marketing migliore, si ok c’è Silvio ma il vero motivo è che Mediaset è gratuito ovvero non devi pagare nessun canone annuale. Si ok ti devi subire la pubblicità ma in qualche maniera anche loro devono campare.

Lo sai perché il WEB e in particolare YOUTUBE hanno più successo della TV ? Perché la TV è vecchia e il WEB è giovane, la TV è statica e il WEB è dinamico ma in particolare perché il WEB è gratuito. Ok ogni tanto ti devi subire la pubblicità, però ne vale la pena.

Ecco queste tre domande potrebbero già bastare per rispondere alla domanda Youtube a pagamento avrà successo? La mia personale risposta è NO. Vediamo di fare un po di chiarezza su come funziona oggi Youtube e su come dovrebbe funzionare domani.

 

YOUTUBE OGGI

Se sei uno Youtuber di successo puoi richiedere la partnership che ti permetterà di guadagnare dei soldi grazie ai tuoi video, come? Con la pubblicità !! Ovvero una volta che parte la partnership puoi decidere se mettere la pubblicità prima che inizi il video, alla fine del video o durante il video ogni tot minuti come succede in TV (ma come caro e moderno youtuber usi il vecchio metodo della tanto odiata TV, ti facevo più cool).

 

YOUTUBE DOMANI

Quello che ha pensato Youtube per i nostri cari youtubers è quello di levare la pubblicità e mettere dei mini-abbonamenti mensili. Quindi se vuoi vedere i video del tuo youtubers preferito dovrai pagare tot euro al mese. Insomma ci guadagnano tutti: ci guadagna Youtube, ci guadagna lo youtubers e ci guadagna (?) l’utente che guarda i video.

 

FALLIMENTO ANNUNCIATO

Ora la mia domanda è la seguente ma, con tutto il rispetto, tu pagheresti un mini-abbonamento per vedere FaviJ sclerare davanti un videogame? Tu pagheresti un mini-abbonamento per sentire l’ultima recensione di Yotobi? 

Io credo proprio di no, i servizi premium non hanno sempre un gran successo l’utente preferisce gratis. No? Dici che non è così? Allora rispondi a questa domanda: Puoi giurare di non aver mai scaricato un mp3 o un film? Sei proprio sicuro? Io non credo, anche in quel caso avevi un servizio a pagamento ma tu hai preferito quello “gratuito”.

L’inizio della fine di Youtube ? Non lo so, però in tanto Facebook sta spingendo molto sui video…così per dire !! Ecco il video di Anna Covone dove spiega tutto.

 

 

CONCLUSIONI

Questa è la mia idea, ora tocca a te lasciare la tua e per farlo hai i commenti. Tu pagheresti un mini-abbonamento per vedere il tuo youtubers preferito? E tu youtubers cosa ne pensi?

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Messo il tag:, , , , , , ,

16 thoughts on “Youtube a pagamento ovvero come mandare in vacca un progetto

  1. crostina 17 aprile 2015 alle 6:58 Reply

    No dai, non saranno così stupidi da fare una cosa simile! Alla gente da fastidio la pubblicità si, ma secondo me darebbe più fastidio pagare per vedere qualche video su YouTube!
    A me piace YouTube, seguo un sacco di canali e mi riguardo vecchi video all’infinito per divertirmi e rilassarmi, ma non so se pagherei per averlo…

    Mi piace

    • Mr Tozzo 17 aprile 2015 alle 7:05 Reply

      Se dovesse partire una cosa del genere quelli che ci rimettono sono i piccoli/medi youtubers…ripeto chi pagherebbe per vedere Favij che sclera davanti un gioco o per sentire una “massima” di Francesco Sole?

      Sarebbe la fine di Youtube (Facebook intanto sta spingendo sui video), però guardano il video di Anna Covone sembra ormai una cosa certa.

      Liked by 1 persona

      • crostina 17 aprile 2015 alle 7:08 Reply

        Beh spero allora che si accorgano presto della cavolata che vogliono fare. Anche perché dovrebbero pensare anche al fatto che la gran parte degli utenti sono giovani e molto spesso disoccupati, ergo, la gran parte degli utenti non potrà pagare.

        Liked by 1 persona

        • Mr Tozzo 17 aprile 2015 alle 7:10 Reply

          Esatto, comunque Google secondo me sta subendo la pressione di Facebook…. prima ha fallito con Google+ e ora che Facebook sta spingendo sui video inizia a sentire la pressione anche su youtube.

          Mi piace

  2. SeRgio - NonSoloApp 17 aprile 2015 alle 7:06 Reply

    Mi sembra più una notizia da 1° aprile! Non possono essere così stupidi!
    Io sarei il primo a non vedere più YouTube e magari spostarmi verso altre piattaforme (DailyMotion per esempio).

    Mi piace

    • Mr Tozzo 17 aprile 2015 alle 7:07 Reply

      Tocca vedere se proprio tutto diventa a pagamento o solo alcuni canali (magari quelli più famosi), ci vorrebbe qualche youtubers per spiegare meglio questa cosa.

      Liked by 1 persona

  3. Lorenzo Renzulli 17 aprile 2015 alle 9:58 Reply

    Secondo me i “bimbiminkia” lo pagano l’abbonamento a Favij… Con la carta di un genitore ovvio :p Comunque si pagherà solo per levare la pubblicità, se uno se la cucca, continuerà a vedere gratis, come ora.

    Liked by 1 persona

    • Mr Tozzo 17 aprile 2015 alle 10:00 Reply

      Grazie per il chiarimento, sperando che poi non diventi una scelta obbligata.

      Secondo te avrà successo questa strategia di Youtube? Ma soprattutto gli youtubers avranno un beneficio maggiore?

      Mi piace

  4. Ghostbox 17 aprile 2015 alle 11:10 Reply

    Lorenzo secondo me ci ha preso. Dai, non possono essere così stupidi quelli della grande G.
    Simone

    Mi piace

  5. angelocerrone 17 aprile 2015 alle 12:34 Reply

    Altro bel articolo dopo quello di ieri. Io penso che Youtube sia entrato in una fase di maturità e se non ci saranno novità succulenti potrebbe ben presto morire sotto le pressioni degli altri social, in particolare di Facebook

    Mi piace

  6. Marco Stizioli 17 aprile 2015 alle 12:38 Reply

    Che articolo furbo per guadagnare qualche click.
    Youtube sarà a pagamento solo per chi lo vorrà.
    Chi paga non ha la pubblicità.
    Chi non paga ha la pubblicità.
    Come Spotify!

    E dire che la cara Anna è stata molto chiara nel suo video.
    Io non pagherò perché sono tirchissimo!
    Ma non vedo tutta ‘sta voglia inutile per la polemica.

    Mi piace

    • Mr Tozzo 17 aprile 2015 alle 12:44 Reply

      Grazie per il commento.

      E’ chiaro che Youtube sarà a pagamento per chi lo vorrà,almeno per adesso (il contrario significherebbe chiusura del servizio dopo 1 mese), lungi da me alzare una polemica…. quello che mi chiedevo io è quanto successo avrà questa iniziativa.

      P.S.
      Anna è stata chiarissima, come sempre !!

      Mi piace

    • crostina 18 aprile 2015 alle 6:57 Reply

      Ah ma si paga solo se non vuoi la pubblicità… Non avevo capito nulla (non ho potuto vedere il video). In questo caso il discorso è diverso, non mi pare una cosa così grave, chi vuole paga chi non vuole sopporta la pubblicità xD

      Liked by 1 persona

      • Mr Tozzo 18 aprile 2015 alle 7:26 Reply

        Infatti la domanda era se avrà successo questo metodo😉

        Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: