Il Brasile contro GoogleNews

Ancora problemi per Google in Brasile, infatti gli editori brasiliani minacciano di abbandonare il search di Google se questa deciderà di non pagare per l’indicizzazione.

La “rivolta” è partita dall’Associação Nacional de Jornais (ANJ) brasiliana la quale vuole far pagare a BigG per pubblicare titoli ed estratti dei quotidiani brasiliani su GoogleNews. Google si difende facendo sapere, tramite dei suoi rappresentanti, che Google non deve pagare neanche un centesimo perché grazie a loro i giornali brasiliani ottengono un beneficio in termini di traffico grazie proprio al reindirizzamento.

Non è dello stesso parere Associação Nacional de Jornais la quale sostiene che Google è un diretto concorrente dei quotidiani e riviste, perché “lavorano come pagine isolate” utilizzando contenuti di terzi. Invece, sempre secondo Associação Nacional de Jornais, nell’incontro avuto con Google quest’ultimo avrebbe pubblicato solamente una riga (possibilmente il titolo) con la speranza che aumentasse il volume del traffico, cosa che poi non è avvenuta.

Google News non ci aiutava ad aumentare il numero dei lettori dei nostri giornali e, fornendo solo le prime righe dei contenuti, ha invece ridotto le possibilità di accedere alla storia completa sui nostri giornali” – spiega il presidente dell’Associação Nacional de Jornais.

La posizione degli editori brasiliani ormai è ferma, se Google non paga andranno via!

Ad maiora

Annunci

Messo il tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: