La blogger Yoani Sánchez è libera

Yoani Sánchez, la blogger dissidente cubana, dopo 30 ore di detenzione è stata liberata. Ad annunciarlo è stata la stessa blogger tramite Twitter.

La blogger cubana era stata arrestata insieme al marito con l’accusa di essere filostatunitense e di voler disturbare il processo di Angel Francisco Carromero (attivista spagnolo) e attirare l’attenzione dei media. Non è la prima volta che la blogger viene arrestata, infatti la prima volta risale al 2009 mentre si stava recando a una manifestazione contro la violenza.

Yoani Sánchez è l’autrice del blog Generación Y, nel 2010 tramite un video collegamento (visto che la blogger era impossibilitata a muoversi) fu intervistata da Wired Italia. Qui di seguito uno stralcio dell’intervista:

Circa un mese fa ho ricevuto il quinto rifiuto per l’espatrio in due anni. Ma finora l’unico risultato che il governo cubano è riuscito ad ottenere impedendomi di viaggiare è stato convertire il mio blog in un simbolo” – “una cittadina cubana che si chiede ogni giorno perché il paese dove vive non somigli a quello che le avevano promesso quando era una bambina” – “Grazie all’esistenza del cyberspazio, i censori hanno la vita sempre più difficile nel momento in cui si tratta di limitare la libertà di espressione dei loro popoli. Ecco perché Internet è il megafono dei non ascoltati e il martello che colpisce il muro del controllo per coloro che vivono circondati dall’autoritarismo e l’intolleranza“.

Ad maiora

Annunci

Messo il tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: