Greenpeace punta il dito contro il Cloud che inquina

Greenpeace punta il dito contro Apple, Amazone, Oracle e Twitter rei di produrre Cloud inquinante o come hanno dichiarato gli attivisti di Greenpeace di sfruttare “forme d’energia del 19esimo secolo per alimentare la nuvola del 21esimo”.

Apple si difende dicendo che il suo iCloud è il più ecologico che c’è in circolazione!! L’accusa vera e propria è quella di utilizzare forme di energia non rinnovabile per alimentare i giganteschi datacenter sparsi per il mondo che servono a gestire la “Nuvola” del 21esimo secolo.

Gli attivisti di Greenpeace dichiarano: “È un problema crescente. Se la nuvola fosse una nazione, arriverebbe dritta al quinto posto nel mondo per consumo d’elettricità. La domanda energetica globale arriverà a triplicare nell’anno 2020”.

Anche Twitter esce con le “ossa rotte” dalla valutazione, infatti ha ricevuto delle valutazioni scarse nei settori trasparenza, infrastruttura e rinnovabile. Le prime della classe invece sono DELL e Google.

Apple invece contesta il risultato ribadendo che il suo iCloud è il più “green” che ci sia in circolazione, visto che il 60% dell’energia che serve per alimentare i suoi Datacenter è rinnovabile.

Ad maiora

Annunci

Messo il tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

One thought on “Greenpeace punta il dito contro il Cloud che inquina

  1. icittadiniprimaditutto 18 aprile 2012 alle 14:55 Reply

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto and commented:
    Add your thoughts here… (optional)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: