L’etica della condivisione

Fonte Foto

Esistono delle regole da seguire quando si ha intenzione di condividere qualcosa sui Social ? Esiste l’etica della condivisione ? Sicuramente non c’è niente di scritto ma, solitamente, viene tutto demandato al buon senso della persona che sta condividendo.

Se trovi una foto, un video o un post che ti ha colpito o che ha risolto un problema è TUO DOVERE condividerlo sui tuoi Social fondamentalmente per due motivi:

 

  • Prima di tutto chi scrive lo fa gratis spendendo il proprio tempo e quindi una condivisione è la giusta ricompensa
  • Quel post, foto, video potrebbe essere utile anche ad altre persone

 

Aspetta stai calmo non sto dicendo che è giusto essere pagati in “visibilità”, ma io non sono l’idraulico che ti viene a sturare il cesso (che devi pagare con i soldi). Io produco contenuti in maniera gratuita sul mio blog/canale/social, quindi il giusto compenso è la condivisione.

Il blog è il mio curriculum è il modo che ho per farti vedere come lavoro, è quello strumento che mi permette di raggiungere più persone possibili che magari possono diventare anche clienti. Quindi il blog ti porta un guadagno indiretto ma per farlo ha bisogno di una cosa fondamentale: LA CONDIVISIONE !!

Ora io parlo del blog perché è la mia realtà, ma lo stesso concetto vale per un canale youtube o un profilo Social.

 

CONDIVIDI MA CON CRITERIO

 

“Se trovi una foto, un video o un post che ti ha colpito o che ha risolto un problema è TUO DOVERE condividerlo”

 

Condividi si ma con criterio, infatti non basta prendere il link del post (o la foto/video) e condividerlo così in maniera asettica, non otterresti il risultato sperato. Se prendi il post che hai appena letto e lo condisci con qualche “spezia” il piatto sarà più invitante.

 

Etica

 

Quando condividi un post devi incuriosire i tuoi lettori perché molte volte, vista la grossa mole di post, non basta un titolo per attirare l’attenzione. Io quando voglio condividere mi muovo in questa maniera:

 

  • Piccolo cappello introduttivo per solleticare la curiosità
  • Nel caso si tratti di prodotti (come l’esempio nella foto) taggare i prodotti
  • Citare (con relativo tag) l’autore del post e il sito dove è stato pubblicato

 

L’ultimo punto, per me, è fondamentale perché in questa maniera riesci a dare visibilità a chi ha scritto e soprattutto notifichi all’autore che il suo post è stato condiviso. Naturalmente io l’ho fatto su Facebook ma lo stesso concetto può, anzi deve, essere replicata anche su altri Social Network ognuno con le sue regole.

 

CONCLUSIONI

Ecco, questo è il mio concetto di “etica della condivisione”   e tu cosa ne pensi? Se ti va lascia il tuo parere nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

 

Youtube ScreenShot: ottieni foto e miniature da Youtube

youtubeScreen

 

Ogni tanto girando sul web si trovano dei web tools veramente interessanti che ti posso semplificare il lavoro. Questa volta voglio parlare di un web tools che può tornare utile a chi utilizza Youtube per il proprio lavoro.

 

YOUTUBE SCREENSHOT

Youtube Screenshot ti permetterà di ottenere foto e/o miniature da qualsiasi video che trovate su Youtube.

 

“Ever wonder how to get screenshots / thumbnails from a YouTube video?
Just copy and paste a link of a video below.”

 

Questo recita il sito ed è veramente semplice ottenere la foto da un video, infatti basta fare il copia e incolla del link del video nell’apposito box e il gioco è fatto. A questo punto ti appariranno diverse immagini, di qualità differente, che potrai salvare con il classico tasto destro ==> salva foto.

 

youtubeScreen2

 

Naturalmente potete scegliere l’esatto momento del video per fare lo screenshot e per farlo è molto semplice basta seguire questi pochi passi:

 

  • Fare copia e incolla del link del video
  • Spostare al minuto esatto la barra del video che verrà caricato dopo aver fatto il copia e incolla del link
  • Cliccare su Take Screenshot

 

A questo punto potete scegliere anche l’esatta dimensione del video e le diverse qualità. Questo web tool può essere raggiunto al seguente url: http://youtubescreenshot.com/

Che ne pensi di questo strumento? Già lo conoscevi?  Se vuoi lascia la tua esperienza nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

500px: La Community dove condividere le tue foto

photo-1416339426675-1f96fd81b653

 

CONDIVIDI I TUOI LAVORI

Fotografo professionista o amatoriale non importa se vuoi fare conoscere i tuoi lavori sempre per il web devi passare. Sito personale e Social Media sono ottimi mezzi per diffondere i propri scatti, ma il rischio è di non trovare persone con le competenze giuste per criticare la tua foto.

Quindi la via giusta sarebbe quella di trovare una community frequentata, anche, da fotografi professionisti. Se fate una ricerca con Google ne trovate quante volete di community (più o meno famose) ma quella che sto provando da qualche mese, almeno per adesso con esiti positivi, si chiama 500px.

 

 

500PX: THE PREMIER PHOTOGRAPHY COMMUNITY

Il titolo non me lo sono inventato io, ma è quello che trovate se cercate 500px su Google, il sito è raggiungibile a questo indirizzo: https://500px.com/ .

 

500px

 

Una volta che avete eseguito la registrazione al sito, che può avvenire o tramite email o tramite account Social (Facebook, Twitter e Google+), potete iniziare a creare la vostra community di fotografi seguendo i suggerimenti della piattaforma (o andando alla ricerca dei migliori) e poi potete iniziare a caricare le vostre foto.

Una caratteristica interessante di questa piattaforma è che, a differenza di altre, c’è una redazione che gestisce il tutto (dalla selezione delle migliori foto alla creazione di contest). Quando caricate una vostra foto avete due possibilità:

 

  • Caricare la foto
  • Caricare la foto in una categoria precisa

 

“Ho fatto delle foto. Ho fotografato invece di parlare. Ho fotografato per non dimenticare. Per non smettere di guardare. – Daniel Pennac

 

La seconda opzione è la migliore perché caricando una foto a tema avrete più possibilità di visibilità, le categorie previste sono le seguenti:

 

  • Ambienti Urbani
  • Analogiche
  • Animali
  • Arte
  • Astratte
  • Bianco e Nero
  • Celebrità
  • Cibo
  • Città e Architettura
  • Commerciali
  • Concerti
  • Famiglia
  • Foto Subacquee
  • Giornalismo
  • Macro
  • Matrimoni
  • Moda
  • Natura
  • Paesaggi
  • Persone
  • Spettacolo
  • Sport
  • Still Life
  • Street Photography
  • Trasporti
  • Viaggi

 

Insomma avete solamente l’imbarazzo della scelta basta dare libero sfogo alla propria fantasia. Il fatto che il tutto sia gestito da una Redazione è positivo perché abbiamo a disposizione anche diverse iniziative, infatti i contest fotografici a premi sono uno delle cose interessanti di 500px.

 

CONCLUSIONI

Insomma se ami la fotografia, sia che tu sia Pro o Amatoriale, ti consiglio di provare questa piattaforma. Già la usi o ne conosci altre? Se vuoi lascia la tua esperienza nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

 

In questo Paese tutti Wannabe …

pelle-maxw-654

 

Io avrei fatto benissimo il medico“…..ho visto tutte le cassette di “Esplorando il Corpo Umano”.

Io avrei fatto benissimo l’architetto, guarda come ho arredato bene la mia casa”.

Io avrei fatto bene il manager“….. ero veramente forte a Monopoli.
Ora il fatto che andavi forte con “l’Allegro Chirurgo” non fa di te un medico…. Come fare il gesto del Cucchiaio non fa di te il mago del calcio. In questo Paese troppi wannabe che si improvvisano “qualcosa” senza avere delle reali competenze, ok reinventarsi ma alcune volte si supera veramente il limite della decenza facendo inoltre molti danni.

 

“Se credi che un professionista costi tanto, vedrai quanto ti costerà un dilettante !”

 

Il problema di questi wannabe che oltre a rovinare il mercato fanno anche dei danni grossi a quei clienti che hanno la sfortuna di capitarci (alcuni hanno rischiato anche la chiusura). Quindi prima di fare lo sbruffone è il caso che tu, mio caro wannabe, possegga delle competenze che ti permettano di fare il tuo lavoro in maniera professionale.

 

CONCLUSIONI

Cosa ne pensi ? Nel tuo percorso lavorativo hai mai incontrato un wannabe ? Se ti va puoi lasciare la tua esperienza nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

 

I 4 migliori Droni

quadrocopter-451747_1920

 

L’uomo, da sempre, ha desiderato di volare anche se non era il suo habitat naturale. Dalla leggenda di Icaro ai disegni di Leonardo Da Vinci l’uomo si è sempre ispirato al volo degli uccelli per tentare di replicarlo. Alla fine i fratelli Wright, anche se per pochi metri, riuscirono a realizzare il sogno: volare !!

 

“Quando camminerete sulla terra dopo aver volato, guarderete il cielo perché là siete stati e là vorrete tornare. – Leonardo Da Vinci”

 

C’è chi è riuscito a trasformare questa passione in lavoro, diventando pilota, chi invece vola come semplice passione. In questo ultimo anno abbiamo assistito al boom dei Droni, oggetti volanti, che ancora una volta confermano la forte passione dell’uomo per il volo.

 

I 4 MIGLIORI DRONI COMMERCIALI

Esistono diverse tipologie di Droni, da quello ultra commerciale da 20€ che si rompe dopo 2 minuti di volo a quello ultra tecnologico (alcuni sfiorano anche i 1000€). Prima di vedere quali sono i 4 migliori Droni commerciali il consiglio che vi posso dare è, per fare pratica, iniziate con Droni di massimo 30/40€.

Guidarli, almeno inizialmente, non è facile come può sembrare e quindi è meglio rompere un Drone da 30€ che uno da 300€.

 

BLADE NANO QX

 

blade nero qx

 

Se vuoi lo puoi comprare qui: Blade Nano QX

 

PARROT BEBOP

 

Parrot Bebop

 

Se vuoi lo puoi comprare qui: Parrot  Bebop

 

PARROT AR

 

AR Drone

 

Se vuoi lo puoi comprare qui: Parrot  AR 

 

LATRAX ALIAS

 

LATRAX

 

Se vuoi lo puoi comprare qui: Latrax Alias

 

CONCLUSIONI

L’impiego dei Droni non è solamente di tipo ludico ma può avere anche utilizzi professionali, ad esempio vedi Amazon che li vuole impiegare per la consegna dei pacchi. Ci sono anche tanti altri impieghi, ad esempio:

 

  • Sicurezza
  • Sanità
  • Controllo del territorio

 

Questi che ho elencato nel post sono i 4 migliori Droni commerciali (secondo me), se tu ne conosci  altri (o se vuoi dire qualcosa su quelli che ho elencato io) puoi sfruttare i commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 593 follower