Ecco perché WordPress.com è meglio di WordPress.org

 

Quando vogliamo aprire un blog la prima domanda che viene fatta è sempre la stessa: quale piattaforma utilizzare? Nella maggior parte delle volte la risposta è sempre la stessa, WordPress. Esistono due versioni di WordPress: WordPress.com e WordPress.org .

Se chiedete in giro su quale dei due scegliere la risposta che avrai è sempre la stessa, se devi aprire un blog amatoriale usa WordPress.com mentre se devi aprire un blog professionale utilizza WordPress.org. Diciamo che WordPress.com è sempre stato visto come il “cugino sfigato” di WordPress.org, ma io invece credo che WordPress.com sia migliore di WordPress.org.  Andiamo a vedere perché !!!

 

PLUG-IN SI PLUG-IN NO

Un punto di forza di Wordpress.org sono i plug-in tanti,molti, forse troppi su questa piattaforma troviamo ogni tipo di plug-in (molti utili mentre altri totalmente inutili) ma sono così necessari? Alcuni siti sono graficamente perfetti con effetti speciali (grazie proprio ai plug-in) ma poveri di contenuti, poi troppi plug-in rischiano di rallentare la velocità del sito.

Su WordPress.com invece i plug-in non sono previsti, ma solamente widget, e i siti che si trovano su questa piattaforma vanno tranquilli lo stesso. Inoltre la grafica dei blog su WordPress.com (versione a pagamento) è modificabile tranquillamente.

 

CODICE SI MA CON MODERAZIONE

Su WordPress.com non è possibile utilizzare codici tipi IFRAME o JAVA sui siti creati su questa piattaforma, ma si può utilizzare solamente il codice tradizionale in HTML. Questa aumenta la sicurezza del nostro sito perché si evitano codici malevoli.

 

ADSENSE vs WORDADS

Quante volte vediamo siti con banner Adsense a destra, sinistra, su, giù e in mezzo all’articolo che stai leggendo. A mio giudizio questi siti sono veramente fastidiosi e nella maggior parte dei casi scarsi di contenuti, i quali puntano solamente al click sul banner adsense.

L’account Adsense viene creato a tutti basta avere un sito che rispetta poche regole, l’account viene dato anche a un sito appena nato che ancora non genera grossi numeri a livello di visite. Invece la creazione di un account WordADS è più selettiva, infatti dopo aver fatto la domanda bisogna aspettare l’approvazione che non è detto che arrivi.

I requisiti, oltre quello di avere un account paypal per ricevere i soldi, sono quelli di avere un sito di rilievo che generi contenuti di qualità e molte visite. In questa maniera sono tutelati anche gli inserzionisti i quali non troveranno la propria pubblicità su “siti scarsi”. Inoltre la pubblicità verrà posizionata sempre  in maniera da non disturbare la lettura.

 

PIATTAFORMA PROPRIETARIA

Molti dicono che avere un blog professionale su una piattaforma come WordPress.com è un rischio perché non sei libero di esprimerti liberamente (da un punto di vista creativo) e perché se la piattaforma chiude ti ritrovi senza blog. Questo può succedere anche se usi WordPress.org, infatti (tranne se hai un server dentro casa) dovrai appoggiare il tuo sito (creato con WordPress.org) su un server di qualche servizio di hosting.

Se il servizio di hosting XYZ chiude i server perché fallisce? Anche in quel caso ti ritrovi senza sito, inoltre come abbiamo visto nel primo punto non è vero che non sei libero da un “punto di vista creativo” naturalmente devi avere un account a pagamento.

Inoltre non dimentichiamo la funzione “Lettore” che ti permette di venire a conoscenza (e di essere conosciuto) più velocemente nel mondo della blogosfera di WordPress.

TECHCRUNCH UN CASO DI SUCCESSO

Ok tutte belle parole ma qualche caso pratico? TechCrunch noto sito di tecnologia utilizza la piattaforma WordPress.com, il sito ottiene notevoli risultati.


wordpresscom1

Come potete leggere nel Rank di Alexa non è messo malissimo, 233esimo negli Stati Uniti e 420esimo nel mondo, ed ha 8/10 di PageRank Google. Insomma si può fare blog in maniera professionale anche utilizzando WordPress.com.

 

wordpresscom2

 

Naturalmente utilizza l’account VIP (che gli permette di avere qualche “benefit” in più rispetto al pacchetto base) ma sempre su piattaforma WordPress.com gira. Techcrunch è un nome grosso, ma esistono anche nomi meno famosi di blogger che comunque hanno dei signori blog.

 

CONCLUSIONI

Insomma si può fare blog seriamente utilizzando WordPress.com ? Secondo me si e tu cosa ne pensi? Lascia il tuo parere nei commenti sotto questo articolo e vota il sondaggio.

 

 

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

Messo il tag:, , , , , , , ,

19 thoughts on “Ecco perché WordPress.com è meglio di WordPress.org

  1. Marco Stizioli 20 giugno 2014 alle 8:35 Reply

    Io preferisco di gran lunga WordPress.org perché conoscendo CSS e PHP posso creare il mio blog – che attualmente non ho :D – come voglio io.

    Nei vari forum trovo tante domande del tipo: “Con WordPress.com posso…?” e la solita risposta è “No, lo puoi fare solo con WordPress.org”.

    Certo, per l’utente medio o per chi non ha troppe esigenze WordPress.com va benissimo :)
    E’ molto figo.

    Mi piace

    • Mr Tozzo 20 giugno 2014 alle 8:43 Reply

      Dipende molto anche cosa devi fare, se il tuo obiettivo è quello di creare contenuti credo che non ti servono molti fronzoli.

      Alla fine le cose che non si possono fare quali sono? Inserire Adsense, inserire codice tipi iframe etc.. o plug-in particolari per stupire con effetti speciali.

      Come ho scritto esistono esempi che vanno alla grande anche su WordPress.com :D

      Mi piace

      • Marco Stizioli 20 giugno 2014 alle 8:51 Reply

        Per la SEO, ad esempio, WordPress.com non permette di inserire il title (che è in automatico il titolo del post) e la description.
        Io di siti fatti con WordPress.com e ben posizionati non ne ho mai trovati (tranne per kw molto molto molto specifiche ma roba che ci sarà un utente all’anno che le cerca).

        Poi dipende anche chi sei: Giovanna Cosenza (prof. di comunicazione a Bologna) usa WordPress.com ma da anni e si è creata la sua reputazione online e offline.

        Mi piace

        • Mr Tozzo 20 giugno 2014 alle 8:55 Reply

          Si infatti la reputazione conta molto, infatti Techcrunch è un esempio, per quanto riguarda la SEO si hai ragione..però magari non sempre serve.

          Ad esempio ho visto molti fashion blog che non rispettano le regole SEO ma che riescono comunque ad ottenere risultati notevoli, forse quella è una nicchia che magari non ha bisogno di queste regole.

          Mi piace

  2. Ghostbox 20 giugno 2014 alle 11:02 Reply

    Ciao Andre,
    per quanto riguarda la SEO penso che sia vero quello che dice Marco, ma alla fine se non si usano i social per farsi trovare e costruirsi una nicchia di lettori, e stringere “alleanze” tra blogger, entrambi i tipi di blog non avranno successo. Il punto di forza di WordPress.com è sicuramente il lettore, che ti aiuta appunto a trovare blog simili. Però la vera differenza alla fine la fa il blogger. E’ lui il motore del blog a prescindere dal tipo di piattaforma che decide di utilizzare. Noi infatti leggiamo, e torniamo a leggere, solo se ci interessa un argomento e apprezziamo il punto di vista del blogger.
    Simone

    Mi piace

    • Mr Tozzo 20 giugno 2014 alle 11:06 Reply

      Esatto, secondo me alla fine la vera SEO è il contenuto

      Mi piace

  3. REworldnews 22 febbraio 2015 alle 11:45 Reply

    ciao ragazzi, qualcuno di voi sa che livelli di visite bisogna raggiungere per avere wordads?

    Mi piace

    • Mr Tozzo 22 febbraio 2015 alle 13:12 Reply

      Ciao, ho fatto questa domanda a quelli di WordPress e mi hanno risposto che devono essere alti 4/5 Mila al giorno, perché vogliono pubblicare la pubblicità solo su blog di qualità che hanno un buon traffico

      Liked by 1 persona

      • REworldnews 22 febbraio 2015 alle 13:14 Reply

        Grazie molte della risposta e per la velocità

        Liked by 1 persona

      • REworldnews 22 febbraio 2015 alle 19:15 Reply

        Per caso sei a conoscenza invece dei livelli di Google adsense? Grazie.

        Mi piace

        • Mr Tozzo 22 febbraio 2015 alle 19:18 Reply

          Per Google Adsense non ci sono livelli minimi di visite mensili, devi solo avere un sito attivo da qualche mese e fare la richiesta a Google.

          Attenzione però che Adsense non funziona su piattaforma WordPress.com ma solo se hai un sito su WordPress.org

          Liked by 1 persona

          • REworldnews 22 febbraio 2015 alle 19:20 Reply

            Grazie, si lo so infatti devo passare a sitehound, grazie per la tua velocità sei gentilissimo

            Liked by 1 persona

  4. REworldnews 25 febbraio 2015 alle 14:24 Reply

    Ciao. Senti avrei bisogno di aiuto riguardo ad alcune questioni se puoi aiutarmi.

    Riguardo all’approvazione adsense:

    1) posso postare gli articoli che scrivo del blog sulla fan page di facebook, su linkedIn, su twitter?
    2) posto postare su tutti i social o ci sono delle restizioni al riguardo?
    3) sono vietati gli articoli dove vengono citate le fonti? ad esempio “articolo letto su lastampa.it” oppure “articolo visto su larepubblica.it”. Articoli non copiati ma riassunti e spiegati.
    4) posso allegare file in PDF riguardo a Leggi e Decreti italiani?

    Poi un’altra domanda per lavorare al meglio con un proprio sito, per promuovere il mio sito e per utilizzare meglio google adsense sulla sistemazione dei banner che corsi di tipo informatico devo seguire?

    Grazie.

    Buona giornata.

    Mi piace

    • Mr Tozzo 25 febbraio 2015 alle 14:30 Reply

      1) posso postare gli articoli che scrivo del blog sulla fan page di facebook, su linkedIn, su twitter?

      SI

      2) posto postare su tutti i social o ci sono delle restizioni al riguardo?

      Si puoi postare su tutti i Social

      3) sono vietati gli articoli dove vengono citate le fonti? ad esempio “articolo letto su lastampa.it” oppure “articolo visto su larepubblica.it”. Articoli non copiati ma riassunti e spiegati.

      Che io sappia no, di solito se citi le fonti (e non copi l’articolo) non ci sono problemi

      4) posso allegare file in PDF riguardo a Leggi e Decreti italiani?

      Credo di si, ma è meglio che ti informi

      Poi un’altra domanda per lavorare al meglio con un proprio sito, per promuovere il mio sito e per utilizzare meglio google adsense sulla sistemazione dei banner che corsi di tipo informatico devo seguire?

      Corsi SEO e Google Adwords

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 562 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: