Come gestire i commenti

 

Quando il blog inizia a riscuotere un discreto successo nella blogosfera vede aumentare, oltre che il numero di visite, anche il numero dei commenti. Inizierete a vedere sotto ogni vostro articolo un numero sempre maggiore di commenti.

Contenti? Sicuramente, ma non bisogna adagiarsi sugli allori perché i problemi potrebbero nascere proprio adesso. Infatti una cattiva gestione dei commenti potrebbe danneggiare la reputazione del vostro blog.

TIPOLOGIE DI COMMENTI

Esistono due tipi di commenti:

  • Commento positivo
  • Commento negativo

 

Il commento positivo è quello che tutti vogliamo ricevere ed è anche il più facile da gestire, mentre quello negativo che (naturalmente) nessuno vuole ricevere. Oltre ad essere quello più difficile da gestire è anche quello che potrebbe anche demoralizzare il blogger.

Esistono due tipologie di commenti negativi:

  • Commento negativo costruttivo
  • Commento negativo distruttivo

 

 

COMMENTO NEGATIVO COSTRUTTIVO

Questo è il miglior commento che potete ricevere, anche meglio di quello positivo, perché questo tipo di commento vi permetterà di crescere come blogger e di conseguenza di migliorare il vostro blog.

Solitamente commenti del genere arrivano da persone che ne sanno più di voi (perché magari già ci sono passati) e che sono aperti al dialogo, da queste persone potete imparare molto.

COMMENTO NEGATIVO DISTRUTTIVO

Il peggior commento che un blogger può ricevere perché oltre ad essere difficile da gestire, potrebbe anche demoralizzare il blogger. Le persone di solito lasceranno un commento negativo distruttivo per i seguenti motivi:

  • Sono dei TROLL
  • Sono in cerca di fama e quindi vanno a creare discussioni inutili nei blog di altre persone per farsi vedere
  • Stupidità
  • Tecnica per distruggere la reputazione online del blogger

 

Come reagire a questo tipo di commento? Quando si parla di commenti negativi sono tre gli errori che proprio non dovete fare:

 

  • Cancellare un commento negativo
  • Lasciare il commento senza risposta
  • Offendere chi ha lasciato il commento

 

Questi tre errori possono essere per il vostro blog più letali del commento stesso. Nel caso del commento negativo distruttivo dovete “giocare come il gatto con il topo” con la persona che ha lasciato il commento distruttivo.

Dovete essere in grado di far venire allo scoperto il Troll di turno e di metterlo in difficoltà (palesemente davanti a tutti) senza mai perdere la calma e con un linguaggio sempre pacato.

STRUTTURA DEL COMMENTO

Quando scrivete un post per il vostro blog state molto attenti alla forma e al dettaglio di ogni cosa, perché non lo fate anche con i commenti? Il commento è parte integrante del post e come tale va trattato. Forma corretta, formattazione e contenuti (molti lasciano commenti di mezza riga solo per commentare).  Alcuni sistemi di commenti permettono di inserire anche le foto, se serve a rafforzare il concetto usatele.

Ogni commento (ben strutturato) può generare nuove discussioni che possono essere utili al blogger che ha scritto, ma anche ai lettori stessi. Inoltre è un buon modo per farsi notare perché lasciate il vostro nome, indirizzo e-mail e sito web (evitate di commentare in maniera anonima).

CONCLUSIONI

Hai avuto problemi nella gestione dei commenti? Come gestisci i commenti negativi? La tua esperienza mi interessa, lascia il tuo contributo nei commenti sotto questo post sarà sicuramente utile anche ad altri lettori.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Ad Maiora

 

About these ads

Informazioni su Mr Tozzo

Nato nel 1981 mi definisco un Indigeno Digitale, il mio esordio nel mondo informatico risale al 1994 con un favoloso Amiga 500, invece il mio primo "giro" sul web risale al 1999 grazie a un modem 56k ... dal quel momento la mia vita è sempre stata online. Appassionato da sempre di tecnologia, telecomunicazioni, informatica, Apple, web e Social Media. Dal 2009 sono un blogger.

Pubblicato il marzo 26, 2014, in blog, Giornalismo 2.0, notizie, web, www con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 9 commenti.

  1. Ciao Andrea,
    veramente bello e utile questo tuo post. Non sono d’accordo con te per quanto riguarda la gestione di commenti distruttivi: meglio lasciarli senza risposta. E’ un po’ come togliere ossigeno ad un potenziale incendio: viene meno la voglia di litigare del Troll di turno, il quale dirige le sue frustrazioni altrove. Mai replicare, l’intento del “piromane” è semplicemente quello di danneggiare e non aspetta altro!
    Simone

    • Ciao Simone,
      sinceramente questo punto di vista non l’avevo considerato.

      L’indifferenza è una potente arma, ma se il commento distruttivo tende a “rovinare” la nostra reputazione online il non rispondere potrebbe essere un autogoal? Che ne pensi?

      • A me non è mai capitato per fortuna, però ho letto commenti molto discutibili su alcuni blog che hanno portato ad una vera e propria faida tra blogger e troll. Risultato: non ho più seguito la discussione. Il commento Troll parte subito come insulto, non conviene replicare. Meglio prestare attenzione alle critiche costruttive, quelle ci fanno crescere, come giustamente scrivi anche tu!
        Simone

  2. Ritengo che un commento distruttivo sia anche una forma di crescita e di confronto in fin dei conti non siamo dei tuttologi

    • Io credo che sia più utile un commento negativo costruttivo, con quello (sempre secondo me) si riesce a migliorare, anche perché come dici giustamente te non siamo tuttologi.

  3. Bravo Andrea, un vademecum con i fiocchi, specialmente i suggerimenti per evitare di farsi male con i troll due volte (una, quando lasciano il commento che ti abbatte, e due, quando rispondi o non rispondi, facendoti del male da solo).
    Io aggiungerei anche di approfittare del commento nocivo, qualora possibile, per mettere in luce i propri aspetti positivi sotto forma di link ad altri contenuti pertinenti, a beneficio di lettori che vogliono farsi un’opinione più completa su di te (per esempio linkare un altro articolo allo scopo di approfondire la propria posizione, la quale è stata contestata nei commenti).

  4. Hi there. Simply just planned to request a simple dilemma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 572 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: