Come pubblicare in automatico i tweet su Facebook

 

Ieri mi hanno chiesto come è possibile pubblicare in automatico un tweet su Facebook, prima di spiegare come fare vediamo perché farlo. Sicuramente perché aumenta la portata del vostro tweet quindi sicuramente potrà raggiungere più persone (sia i contatti su Twitter che su Facebook).

 

PUBBLICAZIONE AUTOMATICA SU FACEBOOK

Una volta entrati nel vostro account Twitter dovete andare su Impostazioni e dovete scorrere la pagina fino a quando non trovate la voce Facebook.

 

Twitter_Facebook

 

A questo punto potete scegliere su Facebook i Tweet, i Retweet o entrambi inoltre (se avete fanpage su Facebook) potete decidere di pubblicare i vostri tweet anche su una fanpage di cui siete amministratore. Salvate le impostazioni e siete pronti per diffondere i vostri tweet anche su Facebook.

 

CONCLUSIONI

Se hai problemi informatici, hai una domanda sul web o sui Social? Allora manda una e-mail a info@toxnetlab.com oppure manda un tweet a @Mr_Tozzo con l’hashtag #chiediaMrTozzo.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

 

[BLOG IN AZIENDA - #3]: STRUTTURA DEL BLOG – PARTE 1

 

Questa settimana andiamo a vedere come strutturare il nostro blog aziendale per renderlo user-friendly per lettore. Il blog deve essere leggibile sia che lo stia leggendo dal mio computer, tablet o smartphone per questo motivo il blog deve essere responsive.

Cosa vuol dire responsive? Per capire prendiamo la definizione di Wikipedia:

 

“l design responsivo, o responsive web design (RWD), indica una tecnica di web design per la realizzazione di siti in grado di adattarsi graficamente in modo automatico al dispositivo coi quali vengono visualizzati (computer con diverse risoluzioni, tablet, smartphone, cellulari, web tv), riducendo al minimo la necessità per l’utente di ridimensionamento e scorrimento dei contenuti.”

 

Teniamo conto che l’utilizzo del web tramite device portatili aumenta anno dopo anno, quindi capite bene l’importanza di avere un blog responsive. Il blog deve avere il compito di attirare il lettore e di tenerlo “inchiodato” sul nostro blog, quindi (oltre a generare contenuti interessanti) è evitare distrazioni.

 

QUALI SONO LE DISTRAZIONI ?

Nella puntata precedente, “[BLOG IN AZIENDA - #2]: GUADAGNI DIRETTI O INDIRETTI“, abbiamo parlato dei guadagni che un blog può portare tramite l’utilizzo di banner, affiliazioni o adsense. Il problema è che molti abusano di queste tecniche riempendo il blog di banner pubblicitari rendendo “tragica” l’esperienza di lettura del lettore.

Questo a scapito dei contenuti e state sicuri che un blog del genere invece di attirare il lettore gli farà scappare.

 

VI STUPIRO’ CON EFFETTI SPECIALI

Altro problema di molti blog è quello di voler stupire i lettori con “effetti speciali”, utilizzando grafiche e plug-in che rendono il blog più simile ad una discoteca che a un vero e proprio blog aziendale. Anche questa scelta non giova al nostro blog perché oltre a rendere la “lettura pesante” rende il nostro blog “pesante” anche per i motori di ricerca.

 

CONCLUSIONI

Allora cosa serve a un blog e cosa possiamo mettere in evidenza per migliorare l’user-friendly dei nostri lettori ? Lo vedremo nella prossima puntata.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

Ecco come attivare l’iphone

 

Ieri abbiamo visto come formattare il nostro Iphone, se ti sei perso l’articolo lo trovi qui, oggi andiamo a vedere come si attiva l’iphone appena comprato. Infatti prima di essere utilizzato l’Iphone deve essere attivato e per farlo (oltre l’Iphone carico) abbiamo bisogno anche della SIM telefonica , di un account Apple (se avete già un account vi basterà utilizzare quello altrimenti lo dovrete creare andando sul sito Apple) e di una connessione WiFi .

Una volta inserita la SIM accendete il telefono, dopo la fase iniziale di accensione (quella dove vedrete una schermata bianca con il logo Apple) inizierà la vera e propria attivazione. Una volta terminata la fase iniziale dovrete sbloccare l’Iphone, inserire il pin della vostra SIM e scegliere la lingua da utilizzare.

Lo step successivo è quello di selezionare il Paese in cui ti trovi e decidere se attivare (o non attivare) il servizio di geo-localizzazione, tieni conto che se decidi di non attivarlo alcune applicazioni potrebbero non funzionare.

A questo punto hai bisogno di una rete WiFi e del tuo account Apple, una volta inserito Username e Password dovrai accettare le condizioni d’uso e decidere se utilizzare il servizio iCloud (gratuito). A questo punto dovrai premere sul tasto “Successivo” fino a trovarti sulla schermata finale, quella che ha il pulsante “Inizia a usare Iphone”.

 

ATTENZIONE: A SECONDA DEL MODELLO DEL TUO IPHONE VIENE UTILIZZATA UNA SIM DIFFERENTE, MICRO-SIM O NANO-SIM. I MODELLI IPHONE 4 E 4S USANO LE MICRO-SIM MENTRE DAL MODELLO IPHONE 5 VIENE UTILIZZATA LA NANO-SIM

 

Quando utilizzate queste procedure (formattazione o attivazione) la cosa più importante è avere l’Iphone carico (o almeno tenerlo sotto carica).

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

Come formattare il nostro Iphone

 

Oggi è arrivata la seguente email a Chiedilo a Mr Tozzo :

 

Ciao, vorrei sapere come si può formattare l’Iphone. Grazie Alberto

 

FORMATTARE IPHONE

La prima cosa che devi verificare è di avere i seguenti requisiti (oltre naturalmente l’Iphone):

 

  • Itunes
  • Cavetto USB Iphone


Ok, una volta verificati questi requisiti il primo passo è quello di effettuare il backup dei propri dati del vostro Iphone. Collegate l’Iphone al vostro Computer/MacOSx e aspettate che venga riconosciuto. Quando il vostro Iphone verrà riconosciuto ve ne accorgerete perché sulla colonna sinistra apparirà il simbolo dell’Iphone.

A questo punto nella schermata principale troverete il tasto Backup, qui dovete decidere se effettuare il vostro backup sul computer o su iCloud (in questo caso dovete avere anche un account iCloud). Adesso che i vostri dati sono stati salvati possiamo iniziare a resettare il nostro Iphone.

Sempre con il nostro Iphone collegato al computer e con iTunes aperto nella pagina principale troverete il tasto Ripristina, a questa punto parte la procedura di formattazione (che poi in realtà si chiama inizializzazione) del vostro Iphone. Questa procedura riporterà il vostro telefono alle impostazioni di fabbrica che aveva quando l’avete comprato.

 

ATTENZIONE: NON STACCATE MAI IL VOSTRO IPHONE DURANTE QUESTA PROCEDURA 

 

Una volta che termina questa procedura verrà scaricata l’ultima versione iOS per il vostro Iphone, fatto anche questo vi basterà attivare nuovamente l’Iphone.

 

CONCLUSIONI

Se hai problemi informatici, hai una domanda sul web o sui Social? Allora manda una e-mail a info@toxnetlab.com oppure manda un tweet a @Mr_Tozzo con l’hashtag #chiediaMrTozzo.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

 

Bufala tramite WhatsApp

 

Torna la rubrica “Chiedilo a Mr Tozzo” ieri mi è arrivato un messaggio che mi chiedeva la seguente informazione:

Ciao ieri su WhatsApp mi è arrivato il seguente messaggio: “

Sabato mattina whatsapp diventerà a pagamento se hai almeno dieci contatti manda questo messaggio a loro. C.osì risulterà che sei un utilizzatore assiduo il tuo logo diventerà blu e resterà gratuito.  (ne hanno parlato al tg).
Whatsapp costerà 0,01€ al messaggio. Mandalo a dieci  persone. Salve siamo Andy e Jonh i direttori di watsapp. Qualche mese fà vi abbiamo avvertito che da quest’ estate watsapp non sarebbe stato più gratuito; noi facciamo sempre ciò che diciamo, infatti, le comunchiamo che da oggi watsapp avrá il costo di 1 euro al mese. Se vuole continuare ad utilizzare il vostro accaunt gratuitamente invi questo messaggio a 20 contatti nella  sua rubrica, se lo farà, vi arriverá un sms dal numero: 123#57 e vi comuncheranno che watsapp per LEI è gratis!!! GRAZIE…. e se non ci credete controllate voi stessi sul nostro sito ( http://www.watsapp.com). ARRIVEDERCI. Quand o lo farai la luce diventerà blu.  (se nn lo manderai l’agenzia di whatsapp ti attiverà il costo ).
È vera questa cosa?

 

WHATSAPP E LE VARIE BUFALE

No assolutamente no !! Questo messaggio è una bufala con una possibile attività di phishing, ma andiamo per ordine. Prima di tutto cerchiamo di capire di cosa si tratta quando si parla di Phishing utilizzando Wikipedia.

 

“Il phishing è un tipo di truffa via Internet attraverso la quale un aggressore cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali sensibili.”

 

Il programma WhatsApp si può scaricare in maniera gratuita dai siti ufficiali a seconda dello smartphone che utilizzate (Apple Store o Google Play) e lo si può utilizzare gratis per 12 mesi. Passati questi 12 mesi potete continuare ad utilizzare il programma pagando 0,79€/anno.

Sapendo questo il messaggio ricevuto decade visto che parla di un costo di 0,01€ a messaggio + un abbonamento di 1€ al mese, il secondo campanello di allarme sono i numerosi errori:

 

  • C.osì
  • watsapp
  • accaunt
  • comuncheranno
  • Quand o


Se fosse un comunicato ufficiale tutti questi errori non ci sarebbero stati, secondo punto Andy e Jonh chi sono? E poi terzo punto WhatsApp non manderebbe mai una comunicazione del genere via messaggio.

Altro punto da analizzare è la frase: “e se non ci credete controllate voi stessi sul nostro sito ( http://www.watsapp.com)“. Prima di tutto la frase non è da comunicazione ufficiale e poi l’indirizzo indicato http://www.watsapp.com è sbagliato, analizzando il sito non risulta un errore di battitura ma esiste proprio il dominio.

Infatti se vai sul sito http://whois.domaintools.com/ e inserite l’indirizzo indicato nel messaggio risulta essere un dominio registrato nel 2010, quindi il sito esiste per fare cosa? Se volete testare il sito vi consiglio di installare su macchina virtuale (magari utilizzando VirtualBox) Linux.

Girando su internet ho trovato l’articolo del Disinformatico dove a febbraio aveva analizzato questa bufala e fa notare che il riferimento a Andy e Jonh era stato utilizzato già nel 2005 per MSN.

 

CONCLUSIONI

Quando vi arrivano questi tipi di messaggi (specialmente se contengono dei link) prima di fare qualsiasi cosa contate fino a 10, poi fate qualche ricerca su internet e verificate l’attendibilità della fonte. Se avete ulteriori dubbi potete mandarmi un messaggio su info@toxnetlab.com e posso provare a capire se si tratta di una bufala oppure no.

Se hai problemi informatici, hai una domanda sul web o sui Social? Allora manda una e-mail a info@toxnetlab.com oppure manda un tweet a @Mr_Tozzo con l’hashtag #chiediaMrTozzo.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  :D ).

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 647 follower