Come gestire i commenti del tuo blog?

 

Più che opinioni stupide ci sono stupidi che hanno opinioni.

 

Quando inizi a scrivere sul tuo blog devi mettere in preventivo la gestione dei commenti dei tuoi lettori. Preparati perché i commenti non saranno tutti positivi, guai se lo fossero.

 

TIPOLOGIA DEL COMMENTO

Esistono tre tipi di commenti quello positivo, quello negativo e il Troll. Ogni tipo di commento verrà gestito in una determinata maniera, partiamo da quello più fastidioso: il TROLL.

 

TROLL

Prima di tutto vediamo la definizione di Troll e per farlo utilizziamo quella di Wikipedia.

 

Con il termine troll, nel gergo di internet, e, in particolare, delle comunità virtuali, si indica una persona che interagisce con gli altri utenti tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, con l’obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi

 

In poche parole un “rompipalle” e quindi è meglio non perdere tempo con un Troll ne scendere al suo stesso livello, la cosa migliore da fare è metterlo nello spam.

 

COMMENTO NEGATIVO

La prima cosa è non ti devi demoralizzare ne arrabbiarti se vedi uno o più commenti negativi, del resto non si può piacere a tutti!!

 

….Il successo non è quando ti dicono mito è quando ti iniziano a odiare che sai di avere colpito…..


Esistono due tipologie di commenti negativi: commento costruttivo e distruttivo.  Il commento negativo costruttivo è quello che devi sperare di ottenere perché ti permetterà di migliorare, si perché non sei perfetto e il tuo blog non è il migliore che c’è sulla piazza.

Questo vuole dire che qualche errore lo farai, e forse è proprio quell’errore che ti sta penalizzando il blog, quindi se c’è qualcuno che te lo fa notare lo puoi solo che ringraziare.

Il commento negativo distruttivo invece è quello più fastidioso, di solito viene da persone che vogliono mettersi solamente in mostra e l’unico modo che hanno è quello di buttare cacca sul lavoro altrui.

L’atteggiamento è sempre lo stesso: arrogante, maleducato, derisorio e poco produttivo. Solitamente gente così viene marchiato come Troll. Come gestiamo un commento del genere senze scendere allo stesso livello?

Quello che assolutamente non devi fare è quello di ignorare il commento o bloccarlo, rispondi al commento con diplomazia chiedendo approfondimenti e/o chiarimenti sul commento. Il 90% hanno una conoscenza così superficiale che basterà un paio di domande in più per metterlo in crisi.

 

COMMENTO POSITIVO

Ricevere un commento positivo fa sempre piacere perché è molto gratificante per il nostro lavoro. Attenzione però a non adagiarti troppo sugli allori.

 

DISQUS

WordPress di default ha un sistema di gestione dei commenti che personalmente non trovo molto comodo, alcune volte (anche se metti le giuste restrizioni) passano dei commenti che sono spam e in breve tempo ti ritrovi con centinai di messaggi da gestire, di cui la maggior parte sono da cancellare.

Disqus è un plug-in di WordPress molto comodo da utilizzare che ti permette di gestire i commenti tramite una comoda interfaccia. Inoltre evita di avere i commenti anonimi e di gestire la moderazione. Se volete installarlo basta andare a questo link qui.

 

TANTI COMMENTI TANTO SUCCESSO?

Il successo di un articolo si determina in base al numero dei commenti (o mi piace) che ha? Questa domanda nasce perché su un gruppo mi è stata detta la seguente cosa (riassumendo):

Affermava che visto che i miei articoli non ricevevano i Mi Piace e Commenti non erano interessanti per il gruppo

Quindi i commenti sono una metrica  per definire il successo di un articolo? Ho chiesto ai lettori del mio blog ToxNetlab e queste sono state alcune delle risposte che ho avuto:

 

Intanto ti becchi il mio “mi piace”. Poi provo a formulare una risposta alla tua domanda. Secondo me un articolo è di successo se genera interesse, è utile, e viene letto (non visualizzato) da un certo numero di persone che apprezzano quello che scrivi. Se poi queste persone decidono di seguirti anche in futuro, il successo è ancora maggiore.

 

Io il mi piace non lo metto mai! Metto la stellina su Wp e condivido. Il mi piace mi mette ansia di suo.Un post ha successo quando è tanto condiviso. Post di successo non significa, però, post di qualità e di valore. Chè la gente votò per Barabba, non per Gesù

 

Se volete leggere il resto dei commenti clicca qui. Io personalmente la maggior parte delle volte non metto il mi piace ne commento, anche se l’articolo l’ho trovato molto interessante: preferisco condividerlo.

 

CONCLUSIONI

Voi come gestite i commenti che arrivano al vostro blog? Secondo voi come si determina il successo di un articolo? Lascia il tuo parere nei commenti sotto questo articolo, la tua opinione potrà essere utile anche ad altri.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Alcune cose che (forse) non conosci di #WhatsApp

 

WhatsApp, sia che tu lo odi o che lo ami, è il programma di chat su smartphone più utilizzato anche se da quando è stato acquistato da Facebook ha avuto qualche problema tecnico.  Oggi andiamo a vedere alcuni trucchi che (forse) non conosci.

 

NASCONDI ULTIMO ACCESSO

Quando accediamo a WhatsApp questo registra la data e l’ora del nostro ultimo accesso che poi viene mostrato a tutti i nostri contatti, se vogliamo evitarlo lo possiamo fare tramite una semplice modifica. Andate su WhatsApp e poi sul menù Impostazioni => Account ==> Privacy.

Da qui andate sulla voce Ultimo accesso e selezionate Nessuno.

 

ASSOCIA NUOVO NUMERO

Quando installiamo per la prima volta WhatsApp questo viene associato al nostro numero di telefono, ma se abbiamo necessità di cambiare sim (e quindi numero di telefono) come facciamo? Andate su Impostazioni ==> Account ==> Modifica Numero e in questa maniera non perderete niente.

 

BLOCCA DOWNLOAD AUTOMATICO DI FOTO E VIDEO

Il 90% delle foto e dei video che vengono scambiati su WhatsApp sono “cose inutili” che non vogliamo conservare sul nostro telefono, però ogni volta che qualcuno ci manda una foto (o video) questo viene salvato in automatico sul nostro telefono. Come facciamo per bloccare questa funzione?

Andate su Impostazioni ==> Impostazioni Chat ==> Salva media ricevuto e qui possiamo bloccare il download automatico.

Se volete evitare di scaricarli in automatico (risparmiando così i Giga del vostro Piano) sempre dal menù Impostazioni ==> Impostazioni Chat dovete andare sulla voce Auto-download file multimediali e impostare che il download automatico deve avvenire solamente quando siete collegati ad una rete Wi-Fi.

 

NASCONDI FOTO PROFILO

Se non volete far vedere a tutti la vostra foto del profilo potete andare al seguente menù Impostazioni ==> Account ==> Privacy ==> Foto del Profilo e selezionare chi potrà vedere la tua foto e chi no.

 

CONCLUSIONI

Tu ne conosci altri? Bene allora lasciali nei commenti, il tuo contributo potrà essere utile anche ad altri.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

 

I 10 comandamenti del blogger

Fonte Foto

 

Hai deciso di aprire un blog ? Vuoi usare wordpress? Allora qualche piccola regola la devi seguire se non vuoi fare una falsa partenza. Ecco alcune regole utili per la vita del tuo blog.

 

ABOUT O NON ABOUT

Chi sei? Come ti chiami? Cosa fai? La gente vuole sapere queste cose, specialmente se il tuo blog fornisce dei servizi, allora perdi un pò di tempo per prepare una pagina About Me chiara e completa.

 

CHE CATEGORIA SEI?

Quante categorie ha il tuo sito web? 20, 30 , 40 e pensi che questo grosso numero di categorie farà bene al tuo blog? Sbagliato !! Come per i tag anche per le categorie vale lo stesso concetto, poche ma buone.

 

PLUG-IN

Il terzo comandamento del blogger recità così: “Ricordati di non abusare con i plug-in“. WordPress mette a disposizione molti plug-in, alcuni utili e altri inutili, averne troppi però potrebbe essere controproducente perché appesantiscono il sito.

Quindi anche in questo caso vale il detto: “Meglio pochi ma buoni“.

 

IL GIUSTO TEMA PER TE

WordPress mette a disposizione molti temi free da utilizzare per il nostro blog, però se vogliamo fare le cose in grande possiamo puntare anche a qualche tema a pagamento.

Se andiamo sui motori di ricerca esistono molti siti che vendo i temi premium, ma attenzione molti possono essere dei malware (virus) che una volta installato il vostro sito web diventare l’obiettivo principale degli hacker.

Se dovete comprare un tema utilizzate i siti sicuri, io ad esempio conosco ThemeForest che è un sito affidabile e con prezzi abbordabili.

 

LA STRUTTURA DEI PERMALINK

Il permalink è l’url che si crea quando andate a pubblicare il vostro articolo, di default avrà una serie di simboli e numeri (?/=123) poco belli da vedere e poco rassicuranti per il lettore che (almeno che non si fida cecamente del tuo blog) diffiderà dal cliccarci sopra.

Personalizzate il permalink in maniera tale che già da quello si capisca di cosa parla l’articolo.

permalink

Clicca sul tasto Modifica ed inserisci un url snello e chiaro, ad esempio per questo articolo la parte finale sarà /comandamenti-blogger/ .

 

AGGIORNAMENTI

Quando installi un nuovo sistema operativo o programma poi che fai non l’aggiorni per avere gli ultimi miglioramenti o per riparare qualche falla? Si?!? Allora la stessa cosa la devi fare con WordPress.

Una volta che avete installato la piattaforma WordPress e i plug-in dovete controllare, e scaricare, i nuovi aggiornamenti. Alcune volte portano dei miglioramenti e altre volte servono per la sicurezza.

 

BACKUP

Non esiste un sistema sicuro e stesso vale per WordPress, quindi è una buona abitudine fare periodicamente il backup del vostro blog. In questa maniera eviterete di perdere tutto il vostro lavoro se dovesse succedere qualche cosa.

 

MANTENERE L’ORDINE

Dovete pensare al vostro blog come alla vostra casa, quindi dovete mantenerlo ordinato come fareste a casa vostra. Non riempite l’Home Page di banner, link e widget perché il lettore di fronte a tutto disordine scapperà e non tornerà più. La semplicità vince sempre!!

 

RINOMINARE L’ACCOUNT ADMIN

La prima regola che impari quando lavori nel campo informatico è che quando installi un nuovo sistema non devi lasciare mai niente di default (specialmente le password), perché potresti essere facilmente una vittima di un attacco hacker.

Quando installate WordPress verrà creato di default l’utente Admin, rinominatelo e cambiate la password.

 

CONTATTI

Se la pagina “About Me” è importante, anche la pagina “Contatti” è molto importante (forse anche di più), specialmente se volete instaurare un rapporto più confidenziale con i vostri lettori.

 

CONCLUSIONI

Tu che blogger sei? Rispetti i 10 comandamenti del blogger? Lascia la tua esperienza nei commenti sotto questo articolo, potrà essere utile anche ad altri.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Applicazioni per il tuo Ufficio Mobile – Puntata 2

Fonte Foto

 

Eccoci alla seconda puntata di “Applicazioni per il tuo Ufficio Mobile“, oggi andiamo a vedere altre 4 applicazioni utili per lavorare anche quando siamo in movimento. Se vi siete persi la prima puntata andate qui.

 

iDASHBOARD E ADSENSEHQ MONITORIAMO IL NOSTRO BUSINESS

Queste due applicazioni permetto di monitorare rispettivamente le visite al tuo sito e l’entrate tramite Adsense. L’utilizzo di entrambe l’applicazioni è molto semplice.

Una volta scaricate l’applicazioni basterà inserire le credenziali dei vostri account per ottenere subito tutte le informazioni necessarie. iDashboard permette di visualizzare il numero di visite,visitatori e pagine viste nella giornata (o la giornata precedente) e durante il mese (o il mese precedente).

AdsenseHQ invece ti permette di monitorare i guadagni che stai ottenendo tramite il tuo account di Google Adsense. L’informazioni che puoi ottenere sono i guadagni giornalieri  e mensili.

Se vuoi scaricare iDashboard clicca qui, invece se vuoi scaricare AdsenseHQ clicca qui.

 

CAMSCANNER

Lo scanner è uno strumento molto utile in ufficio, ma quando siamo in movimento questo strumento è scomodo da portare dietro. Allora se abbiamo necessità di scannerizzare documenti dobbiamo installare Camscanner.

Grazie a questa applicazione il tuo smartphone diventerà uno scanner con il quale potrai scannerizzare documenti portandoli in formato digitale. Il file verrà salvato in PDF. Alcune funzioni interessanti sono quelle di poter ottimizzare, ritagliare e condividere il documento scannerizzato.

Se volete scaricare Camscanner potete cliccare qui se utilizzate iOS, se invece utilizzate Android cliccate qui.

 

SPLASHTOP

Siete usciti di corsa per andare dal cliente e una volta arrivati vi siete accorti che il documento che dovevate far visionare al vostro cliente è rimasto nel vostro computer.

Splashtop permette di accedere al vostro  computer in maniera da poter recuperare file e/o cartelle. Se lo volete scaricare potete cliccare qui per la versione iOS, se invece usate Android cliccate qui.

 

CONCLUSIONI

Tranquilli non abbiamo finito, queste sono solo alcune della applicazioni per il tuo ufficio mobile. Quindi se vuoi scoprirne altre stay tuned, mercoledì prossimo uscirà la terza parte. Se invece vuoi segnalare qualche applicazione, lascia un commento sotto questo articolo.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Come estrarre un file video da un dvd

Fonte Foto

 

Oggi è arrivata una richiesta per la rubrica “Chiedilo a Mr Tozzo” ed è la seguente:

 

“Ciao, è possibile estrarre un video di una presentazione da un dvd per tenerlo sul pc?”

 

Si è possibile grazie ad alcuni programmi sia per Windows che MacOsX, qui di seguito una piccola lista.

 

HANDBRAKE

Handbrake è un programma gratuito ma molto potente per estrarre video dai DVD e salvarli in formato MP4 o MKV,nonostante possieda delle funzione avanzate l’utilizzo resta molto semplice. Il programma si può scaricare qui ed è disponibile sia per Windows, MacOSx e Linux.

 

MAKEMKV

MakeMKV è un altro programma molto interessante per estrarre video dai DVD, il programma permette di estrarre video sia da DVD che da DVD-BluRay. Il programma è facile da utilizzare ed gratuito (in versione Beta) di una durata di 60 giorni. Alla fine ho decidi di comprare la versione finale oppure bisogna riscaricare la versione beta. MakeMKV si può scaricare da qui.

 

CONCLUSIONI

Se hai problemi informatici, hai una domanda sul web o sui Social? Allora manda una e-mail a info@toxnetlab.com oppure manda un tweet a @Mr_Tozzo con l’hashtag #chiediaMrTozzo.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 699 follower