[MONDO BLOG]: I commenti visti da un lettore

keyboard-498396_1280

L’altra settimana ho letto il tuo post “[MONDO BLOG]: I commenti visti da un blogger“, si tutto bello belle parole però invece di lamentarti perché non ti lascio i commenti prova a pensare perché non ti lascio il commento.  Voi blogger alcune volte siete così presuntuosi  che sembra che tutto via sia dovuto, sembra che ogni vostro post sia il VERBO e che noi lettori dobbiamo correre a commentare e condividere.

Caro blogger ti rivelo una verità che forse ti sconvolgerà (e forse ti manderà anche in para): “Non è perché hai un blog con un discreto successo allora pensi di essere Manzoni“. Se vuoi il mio commento te lo devi guadagnare, niente è dovuto specialmente su internet.

“Il successo non è quando ti dicono mito è quando ti iniziano a odiare che sai di avere colpito – J-AX”

ECCO COME TI PUOI GUADAGNARE IL MIO COMMENTO

Allora vuoi proprio sapere come ti puoi guadagnare il mio commento (o condivisione) ? Bene allora seguimi !!!

NON MI PRENDERE PER IL CULO

Lo so che almeno una volta l’hai fatto, non fare finta di niente. Di cosa parlo? Click Baiting, come non sai di cosa sto parlando? Sei sicuro di essere un “veterano del web” ? Vabbé provo a spiegartelo, hai presente quando vai su un sito e trovi un titolo sensazionale tipo “COME DIVENTARE RICCHI CON IL BLOG IN 5 MINUTI” ?

Ecco questo è il classico esempio di click baiting, ovvero titolo acchiappa click, poi apri il post e dentro ci trovi la fuffa. Ecco queste cose mi fanno incazzare come lettore e oltre a non avere il mio commento (o condivisione) non mi vedrai più.

SEI UN BLOGGER O ROBERTO DA CREMA ?

Io ho capito che il blog è il tuo lavoro o vorresti che lo fosse, ma stai gestendo un blog o una televendita ? Io arrivo sul tuo blog e i primi 10 secondi li passo ad evitare banner o pop up, poi finalmente arrivo al tuo ultimo post e che mi trovo davanti ? Un misero post dove cerchi di sponsorizzare un prodotto infilando link di affiliazioni da tutte le parti.

A questo punto cosa vorresti un commento? O che magari compri il prodotto tramite il tuo link ? Non ci siamo !! Allora prima di tutto dovresti seguire la regola 10 a 1, ogni 10 post utili (e gratuiti) ne pubblichi 1 sponsorizzato. Quando poi scrivi l’articolo sponsorizzato scrivilo bene, mi devi convincere a comprare.

“TRICKS: Se vuoi convincermi a comprare mi devi far vedere cosa vado a perdere se non lo compro e non cosa ci guadagno se lo compro”

CALL TO ACTION

Questo è un punto difficile che si acquisisce con l’esperienza, ma una volta capito come funziona non vi fermerà più nessuno. Se ne vuoi capire di più ti consiglio di leggere questo articolo di My Social Web.

MA TU SCRIVI PER ?

Qui bisogna chiarirci una volta per tutti: Ma tu per chi scrivi ? Scrivi per Google o per i tuoi lettori ? Ok Google è importante, ok la SEO è importante ma alla fine sono io che leggo, condivido e (eventualmente) commento. Sono più le volte che mi capita di leggere blog che da un punto di vista SEO sono perfetti, ma da un punto di vista umano…..lasciamo perdere !!

“TU SCRIVI PER GOOGLE O PER LETTORI ? E’ ORA CHE TI DECIDI !! “

CONCLUSIONI

Come vedi non è così difficile guadagnare il mio commento basta seguire queste piccole regole, e tu caro lettore cosa ne pensi? Quali sono quelle cose che non sopporti dei blogger e quali sono le cose che ti portano a commentare ?

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Infinitweet se 140 caratteri non ti bastano

applicazioni

Il bello di Twitter è quello di esprimere un concetto in soli 140 caratteri, certo se non hai il dono della sintesi questo potrebbe essere un problema. Infatti molti tweet in passato hanno creato molti danni  alcune volte per colpa di chi lo scrive, altre volte perché alcune volte è difficile esprimere un concetto in 140 caratteri. In questi giorni ho testato una applicazione che risolve questo problema.

 

INFINITWEET PER SUPERARE I 140 CARATTERI

L’applicazione che ho provato si chiama Infinitweet e si può scaricare da qui, l’applicazione è disponibile per iOS, Android e Chrome. Esiste una versione free e una a pagamento, se scegliete quella free avrete un banner pubblicitario in alto. Una volta scaricata e installata possiamo iniziare ad utilizzarla.

L’uso è molto facile infatti una volta aperta l’applicazione vi troverete davanti una schermata dove vi potete sbizzarrire con i vostri temi (ops volevo dire tweet). Una volta finito di scrivere il testo cliccate invio e si aprirà Twitter con il tweet impostato che si presenta in questa maniera.

 

tweet sharing

 

Come potete vedere il tweet viene impostato con una scritta che dichiara che avete usato l’applicazione Infinitweet per inviarlo e allegato trovate uno screenshot con quello che avete scritto. Semplice ma efficace !!

 

CONCLUSIONI

La soluzione a un problema non deve essere sempre complicata anzi, spesso, le soluzioni migliori sono quelle più semplici. Tu cosa ne pensi di questo programma ? Ne usi altri ? Bene allora lascia la tua opinione nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Aiuto il mio sito non è Mobile-Friendly e adesso cosa faccio?

Mobile

“Google è un bambino viziato e ogni volta che fa i capricci bisogna assecondarlo”

 

Questo è vero però è anche vero che se non hai reso il tuo sito Mobile Friendly per tempo è anche giusto che Google ti faccia sparire dalla SERP, se vuoi stare sul web devi essere sempre aggiornato. Vabbè per questa volta sei perdonato, vediamo come rimediare a questo errore.

 

COME FACCIO A VEDERE SE IL MIO BLOG HA PASSATO L’ESAME ?

Prima di disperarti la prima cosa che devi fare è vedere se il tuo blog passa l’esame di Google, per farlo devi andare sul tool messo a disposizione dallo stesso Google: https://www.google.com/webmasters/tools/mobile-friendly/

 

test ok mobile

 

Hai passato il test ? Bene, chiudi tutto e vai a prenderti un caffè…offro io !! Se invece il tuo blog non ha passato il test allora continua a leggere questo post.

 

NON HO PASSATO IL TEST E ADESSO ?

Se il tuo blog non ha passato il test i motivi potrebbero essere due:

 

  1. Stai utilizzando un tema troppo vecchio e quindi non responsive
  2. Non hai configurato bene il tuo sito


Aspetta aspetta Respo che? Responsive, ovvero:

“Il design responsivo, o responsive web design (RWD), indica una tecnica di web design per la realizzazione di siti in grado di adattarsi graficamente in modo automatico al dispositivo coi quali vengono visualizzati (computer con diverse risoluzioni, tablet, smartphone, cellulari, web tv), riducendo al minimo la necessità per l’utente di ridimensionamento e scorrimento dei contenuti. – WIKIPEDIA”

 

Quindi la prima cosa da fare è aggiornare il vostro tema e cercare uno responsive, dovete andare dal pannello di amministrazione su Aspetto ==> Temi.  Tranquilli Responsive non è sinonimo di brutto, anzi quelli nuovi sono molto belli. Se invece siete affezionati al vostro vecchio tema e non volete cambiarlo allora potete fare così.

Sempre dal pannello di amministrazione andate su Aspetto ==> Mobile e qui abilitate il Tema Mobile e a questo punto il vostro blog è “salvo”.

Se avete un blog su piattaforma wordpress.org vi basterà scaricare un plug-in, ad esempio vi consiglio WPTouch Mobile Plugin.

 

CONCLUSIONI

Ok per questa volta il vostro blog è salvo, però ricordatevi che quando Google fa i capricci bisogna assecondarlo (purtroppo). Se  hai domande o problemi puoi sfruttare i commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

[INFOGRAFICA]: L’ennesima guida su Evernote

evernote

Eccoci con l’ennesima guida su Evernote o almeno è quello che penserà la maggior parte dei lettori (specialmente quelli Pro), però questa guida non è per i professionisti del web ma per quelli alle prime armi. Quindi se già conosci questo strumento e non vuoi perdere tempo puoi andare a leggere: I commenti visti da un blogger.

Se invece sei interessato a questo strumento e vuoi saperne di più allora seguimi, in questo post cercherò di spiegarti l’utilizzo di questo strumento, naturalmente se non sono stato chiaro o se hai delle domande puoi sfruttare i commenti sotto questo post per chiedere.  

 

EVERNOTE MA DI COSA PARLIAMO ?

Se scrivi sul web, ma in generale se lavori con il web, ti devi dotare di strumenti validi che aumentino la produttività senza farti perdere tempo. Ecco, allora il primo che devi installare è Evernote. Il programma può essere scaricato da qui ed è un programma multi-piattaforma, questo vuole dire che è disponibile per Windows, MacOSX e per i Sistemi Operativi Mobile. Invece per Linux non è disponibile ma potete provare ad utilizzare Nevernote.

Evernote è definito (secondo me in maniera superficiale) come un block note dove appuntare le proprie idee, ma se andiamo a vedere bene è molto di più. E’ un vero e proprio spazio di lavoro che ti segue fedelmente ovunque tu ti trovi, questo per una persona che lavora sul web è fondamentale. Andiamo a vedere quali sono le caratteristiche che rendono questo programma fondamentale.

 

OLTRE IL BLOCK NOTES C’E’ DI PIU’

Evernote è un block notes, anzi è ANCHE un block notes infatti ridurlo solamente a un quadernino per prendere appunti sarebbe riduttivo. Questo applicazione è molto comoda per prendere appunti, ad esempio se siete in fila alla posta per pagare le bollette ( :-/ ) e vi si accende la lampadina per un nuovo articolo potete creare una Nota per segnarvi l’ispirazione prima di perderla.

Siete in giro a fare una passeggiata e fate una foto che potrebbe tornare utile per il vostro prossimo articolo, prendetela e salvatela in una Nota su Evernote. Quindi l’utilizzo basico di questo programma è quello di raccoglitore di materiale (appunti, fonti, foto etc..). Ma come dice il titolo Oltre il Block Notes c’è di più !!

 

BOZZA PER IL VOSTRO BLOG

E’ vero scrivi e lavori sul web ma questo non vuol dire che puoi stare online h24 7 giorni su 7, anzi molte volte dovrai lavorare offiline. E se devi scrivere un post per il tuo blog o per una testata online per cui lavori ma non hai la possibilità di stare davanti al tuo computer? Semplice, usa Evernote per scrivere il tuo articolo.

Infatti scrivendo l’articolo su Evernote (impostando la formattazione che vuoi te) quando andrai ad esportare l’articolo su WordPress non perderai la formattazione che hai impostato. Comodo vero ?

 

TO DO LIST

Gli utilizzi di Evernote sono tanti, il terzo che mi viene in mente è quello di To Do List. Appuntatevi tutto quello che dovete fare durante la giornata, per scrivere un post o per fare un lavoro. Inserite un allarme nelle Note che andate a creare e non vi scapperà più niente, funzione semplice ma molto efficace.

 

COSA HO FATTO OGGI ?

Durante la giornata ci troviamo sempre davanti a tanti input e non sempre è facile gestirli tutti, ma noi abbiamo Evernote !! Usatelo come archivio di tutto quello che incontrate durante la giornata, ma che non riuscite a gestire subito.  Un post da leggere, un ebook da recensire, un profilo Instagram da vedere, un documento e molto altro.

 

IO SONO OVUNQUE

Una delle funzionalità più interessanti di Evernote è la funzione Cloud. Evernote può essere installato sul computer, tablet e smartphone. Utilizzandolo sempre con lo stesso account quello che scrivi su Evernote sul computer lo troverai su Evernote sul tablet/smartphone e viceversa.

Questa funzionalità rende questo programma veramente potente perché elimina le perdite di tempo, quello che hai scritto lo trovi ovunque.

 

TEAM WORKING E SOCIAL

Se lavorate in team, o volete far vedere una possibile soluzione al vostro cliente, potete condividere le vostre Note le quali potranno essere modificate da altre persone solamente se avete un Account Premium. Inoltre Evernote vi permette di condividere le vostre Note anche sui Social (Facebook e Twitter) o via e-mail.

Quando attivate un nuovo account Evernote vi verrà creata una e-mail del tipo nomeutente@m.evernote.com, questa potrà essere usata per scrivere Note. Infatti se mandate una e-mail a l’indirizzo nomeutente@m.evernote.com verrà creata una Nota con l’oggetto dell’e-mail che diventerà il titolo della Nota, mentre il contenuto sarà il corpo dell’e.mail.

 

INFOGRAFICA

Ecco una interessante Infografica che riporta qualche numero su Evernote, tanto per convincerti se ancora non sei proprio convinto che questo è un ottimo programma.

 

Evernotes_MAIN-IG-Design_Final_ioix

 

CONCLUSIONE

Queste sono le caratteristiche e i motivi che fanno di Evernote il programma di punta per lavorare sul web, si lo so esistono tanti programmi che fanno più o meno la stessa cosa ma Evernote secondo me è il migliore. Tu cosa ne pensi? L’hai mai usato? Hai domande? Sfrutta i commenti per lasciare qualsiasi tipo di contributo o domanda.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Affinity Photo l’alternativa a Photoshop

Torna la rubrica Chiedilo a Mr Tozzo con la richiesta di Matteo che cerca un programma alternativo al troppo “impegnativo” Photoshop. Avevo parlato di questa cosa 3 giorni fa nelle newsletter, come? Non sei ancora registrato alla newsletter? Allora clicca qui.

AFFINITY PHOTO

Quanto è difficile utilizzare bene Photoshop? E soprattutto quanto costa la licenza per usarlo? Immagino già le risposte: è difficile però si impara, per un utilizzo amatoriale il costo della licenza è alta. Allora oggi voglio suggerirti un programma che ho scoperto grazie al blog di Calabrese Fotografia, quando ho letto l’articolo ho voluto provarlo subito, sto parlando di Affinity Photo.

Il programma è gratuito e attualmente è disponibile solo per utenti MacOSX, però entro il 2016 è prevista anche una versione per Windows. Il programma è gratuito e in versione beta però questo non vuole dire che sia di poco valore, anzi !! Il programma non fa rimpiangere il buon vecchio (e sempre valido) Photoshop però da amatoriale, se devo scegliere, e ho una soluzione free e valida, scelgo Affinity Photo.

Oltre le classiche funzione per un programma di editing, Affinity Photo, permette di lavorare immagini RAW e file a 16 bit e svilupparli in modalità LAB. Insomma se non sei un fotografo professionista e vuoi provare qualcosa di diverso te lo consiglio.

CONCLUSIONI

Tu quali programmi usi per lavorare le tue foto? Ti affidi al vecchio, ma sempre valido, Photoshop o vai su soluzioni alternative?

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 937 follower